3 Febbraio, 2023
spot_imgspot_img

Bracciano, l’impegno sociale dell’Associazione onlus AAIS

 

L’ Associazione AAIS onlus, impresa sociale di Bracciano, prosegue la sua missione di integrazione, assistenza e socializzazione a favore delle persone con disabilità e delle loro famiglie.

Insieme ad alcuni dei suoi partner, facenti parte della rete del territorio, ha organizzato una serie di eventi per questo mese di dicembre.

Il primo di questi appuntamenti si è svolto il 14 dicembre presso il Centro Ricerche Enea Casaccia. In quell’occasione alcuni ragazzi disabili, insieme agli operatori e all’insegnante di ceramica, hanno allestito una mostra con tutti i loro lavori eseguiti durante l’anno e nel corso della quale si è avuta la possibilità di acquistare anche il miele prodotto in fattoria in cooperazione con l’Ispra e l’Enea, la quale si è adoperata per l’analisi del prodotto. L’intero ricavato va a sostegno delle attività dell’Associazione.

Il secondo appuntamento si è svolto il 16 dicembre presso la Fattoria Sociale a Castel Giuliano; un gruppo di sostenitori ha organizzato una cena di beneficenza con annessa tombolata a favore dell’associazione.

Gianfranco Vecchiotti ha organizzato, per il 17 dicembre, la consueta cena di beneficenza presso il ristorante di Alfredo, cui parte del ricavato viene devoluto all’AAIS e all’Associazione Volontariato Vincenzine.

Il 2017 inizierà alla grande con un nuovo progetto; a partire dal 10 gennaio sarà attiva la nuova iniziativa Pianta un Albero, che consiste in un invito aperto a tutti coloro che, invece di disfarsi chissà come chissà dove dell’albero di Natale, potranno andare a piantarlo in fattoria, a Castel Giuliano. Questa iniziativa presenta due risvolti positivi: uno ecologico, legato alla salvaguardia del patrimonio ambientale, e uno sociale, volto a rendere Castel Giuliano un punto di incontro e di condivisione per tutta la cittadinanza.

Durante l’anno 2017 l’AAIS proseguirà le sue attività legate all’agricoltura sociale, mirando sempre di più all’inclusione e all’accoglienza di ragazzi con disabilità ed alle loro famiglie. E sempre con la partecipazione dei ragazzi disabili a livello imprenditoriale cercherà di implementare progetti sperimentali di ricerca con l’Enea con il dott. Angelo Correnti, e con l’ISPRA con il P.A.

Francesco Campanelli, attraverso la coltivazione di piante contenenti nutriceutical (grano saraceno, topinambur) con una duplice finalità, quella alimentare e quella per la produzione di energia (triticale e topinambur).

Altro importante obiettivo sarà il proseguimento del progetto Conservazione della biodiversità, sviluppato in collaborazione con agricoltori locali che si adoperano per la conservazione di semi di ortaggi e di cereali (save savers).

Monia Guredda

Ultimi articoli