8 Dicembre, 2022
spot_imgspot_img

Ecocompattatori CORIPET, il protocollo con Città metropolitana per i Comuni

La riduzione della plastica è un tema determinante a livello europeo, che pone precisi obiettivi di differenziazione e riuso per arrivare alla totale riciclabilità degli imballaggi in plastica entro il 2030.
Per rispondere alle sfide poste dalla nuova normativa europea la Città metropolitana di Roma Capitale, ha aderito alla campagna “Plastic free” lanciata dal MiTE, e con la firma del Protocollo d’Intesa con il CORIPET, a settembre, si è impegnata a promuovere presso i Comuni del territorio metropolitano l’installazione degli eco-compattatori per la raccolta e l’avvio a riciclo dei contenitori in PET per liquidi alimentari, a incrementare le quantità di rifiuti intercettate attraverso l’avvio di campagne informative e di sensibilizzazione delle utenze, a monitorare i risultati di tale raccolta, a promuovere presso i Comuni il know-how necessario per consentire la partecipazione degli stessi a bandi per la concessione di finanziamenti per l’acquisto di attrezzature dedicate alla raccolta selettiva e finalizzate al riciclo bottle to bottle.
“Il ruolo dell’ente metropolitano come facilitatore e promotore di iniziative concrete a beneficio dell’ecosotenibilità e delle attività dei Comuni verso un’economia circolare è essenziale per rendere diffuso e omogeneo nel territorio un effettivo avanzamento in materia di ciclo dei rifiuti, differenziata e avvio al riciclo, contribuendo al raggiungimento degli obiettivi europei. L’alto tasso di differenziazione monitorato in grande parte dei comuni dell’area metropolitana è già un punto di partenza, che con le attività previste dal protocollo non potrà che registrare sostanziali avanzamenti. La plastica è uno dei fattori di rischio più persistenti per l’ambiente e la salute delle persone, e la raccolta attraverso gli ecocompattatori è una modalità che favorisce il corretto avvio dei rifiuti al riciclo di alta qualità, per questo è fondamentale fare la nostra parte per implementarne la diffusione sull’intero territorio”.
Ieri sono state presentate le opportunità previste nel Protocollo e le modalità attuative delle direttive europee. Un momento di confronto nel quale i Comuni potranno acquisire nuove competenze e la Città metropolitana contribuendo a fare rete.

Rocco Ferraro, Consigliere Delegato Ambiente CMRC

 

Ultimi articoli