Roma capitale., Metro bloccata in 13 stazioni, affollamento sui bus

316

Riceviamo e pubblichiamo

Ieri la metro A di Roma Capitale è rimasta ferma. Ben 13 fermate sono saltate, così è stato attivato il servizio bus sostitutivo.

Il solito, l’ennesimo guasto, che coinvolge il sistema dei trasporti della Capitale d’Italia.

I romani, ormai rassegnati ai disservizi si dilettano, quindi, a chiamare con altro nome i mezzi di trasporto capitolini. Si va dai “flambus”, per quelli che prendono fuoco, che nello scorso anno sono stati ben 28, ai “waterbus” per quelli che hanno infiltrazioni di acqua da tetto, alla metro, chiamata “memo”, nel senso che la si può dimenticare tra stazioni chiuse, guasti alle scale mobili e treni fermi.
Nei bus sostitutivi il distanziamento lascia il tempo che trova, sicchè, la diffusione virale è un pericolo per la salute dei cittadini.

Sono ormai passati quasi 5 anni da quando Virginia Raggi è stata eletta sindaca di Roma. Affermare che ha risolto qualche problema è arduo, che ne ha risolto uno è difficile e che ha complicato la vita dei cittadini è di facile costatazione.

Chissà se i romani lo ricorderanno alle prossime elezioni

Primo Mastrantoni, segretario Aduc

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui