Welfare: “La disabilità non è un ostacolo, sia ricchezza per la società”

5
 “Giornata Internazionale delle persone con disabilità, un’occasione per promuovere i loro diritti e il loro benessere”.

Lo scrive il consigliere della Lega Francesca Peppucci per la quale “è importante ricordare che avere un handicap non è una barriera, quanto piuttosto una ricchezza per la società.

È necessario quindi il massimo impegno a ogni livello istituzionale affinché sia garantita la loro piena ed effettiva partecipazione alla sfera politica, sociale, economica e culturale della comunità”.

Per Francesca Peppucci “è importante porre l’attenzione su concetti cardine come centralità, accesso, inclusione, qualità della vita, autodeterminazione, personalizzazione, progettualità, passando dal piano dei valori al piano dei diritti.

Sono stata promotrice della proposta di legge, sottoscritta da tutti i miei colleghi della Lega – ricorda -, che prevede di istituire in Umbria la figura del Garante dei diritti delle persone con disabilità. L’approvazione di questo atto, che ha già ottenuto parere unanime favorevole del Consiglio per le autonomie locali (CAL), rappresenterebbe un importante segnale di cambiamento di mentalità della nostra società”.

“La pandemia da Covid-19 – spiega Peppucci – ha accentuato le difficoltà con cui le persone con disabilità si trovano quotidianamente a combattere, e questo è testimoniato da un sensibile incremento del tasso di povertà nelle famiglie con disabili. Pertanto è fondamentale, soprattutto in questo complesso momento storico – conclude -, sostenere in maniera concreta le persone con disabilità per difenderne i diritti e garantire loro una vita al pari di tutti gli altri cittadini”.

Anche il consigliere regionale Paola Fioroni è intervenuta in occasione della Giornata internazionale per i diritti delle persone con disabilità.

“L’impegno è di non lasciare sole le persone con disabilità e le loro famiglie, perché la loro piena inclusione sia immanente in ogni momento della nostra appartenenza alla comunità e non sia garantita esclusivamente dallo sforzo dei singoli”.

“In occasione della Giornata internazionale per i diritti delle persone con disabilità, intendo con forza affermare la necessità di porre impegno nel tenere alta l’attenzione sui diritti di tutti i cittadini umbri che presentano disabilità e sui loro familiari – spiega Paola Fioroni- per il ruolo essenziale che svolgono nel supportare i propri cari nell’affrontare le perduranti difficoltà e barriere che incontrano quotidianamente”.

“In Italia si contano oltre 3 milioni di cittadini con disabilità ed il livello di inclusione nel mondo del lavoro è fermo alla media nazionale del 31,3 percento come emerge dai dati Istat 2019 – continua Fioroni – se i dati statistici non bastassero a delineare un quadro preoccupante, la pandemia di Covid-19 ha ulteriormente svelato tutta la fragilità del sistema”.

“L’analisi degli osservatori più attenti deve concentrarsi sugli effetti che la pressione della crisi produrrà, in termini di difficoltà a trovare occupazione, di povertà economica, di isolamento sociale, che possono generare discriminazione ed esclusione per le fragilità esistenti – conclude Paola Fioroni – in un mondo in cui i principi di inclusione sono stati pensati per una società non ancora sufficientemente preparata culturalmente e sensibile alla completa attuazione dei principi della Convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità”.

(Quotidianodellumbria)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui