LAGONE

CONFERENZA STAMPA DI PLURALS:  25 NOVEMBRE LA PRIMA SMART SERIE

CONFERENZA STAMPA DI PLURALS:  25 NOVEMBRE  LA PRIMA SMART SERIE
Settembre 26
12:08 2020

Il 25 novembre 2020, in occasione della giornata internazione per l’eliminazione della violenza nei confronti delle donne si terrà la Conferenza Stampa online di PLURALS, 

Progetto vincitore dell’Avviso pubblico indetto dal Dipartimento per le Pari Opportunità.

Ad organizzare l’evento ci sarà la casa di produzione Angelika Vision, una società Soft Strategy Group insieme alle altre istituzioni che hanno collaborato alla realizzazione del progetto: i Sindaci di Manziana e Canale Monterano, L’ISS Luca Paciolo di Bracciano e L’Ass. Culturale no profit L’agone Nuovo insieme a tutte le testate nazionali e al cast tecnico ed artistico.

Ma che cos’è PLURALS?

È la prima Smart Serie, è un teen-drama composto da sette episodi che raccontano attraverso l’esclusivo formato 9:16 (il formato degli smartphone), video verticali capaci di creare ritratti che danno intensità, vicinanza e attenzione ai caratteri dei personaggi.

Un progetto innovativo dunque, che ha lo scopo di descrivere e prevenire i condizionamenti quotidiani cui sono esposti gli adolescenti, focalizzandosi  in  particolare sulle aspettative  imposte alle ragazze, troppo  spesso inquadrate ancora  oggi  in  ruoli secondari che impediscono loro di sviluppare una sessualità libera e consapevole. È questo conflitto, apparentemente banale, la radice di ogni forma di violenza di genere (dagli abusi fisici e verbali  al revenge porn e bullismo) che  PLURALS vuole evidenziare,  dimostrando come possa  insinuarsi ovunque, anche nella  normale vita di un  gruppo  di  giovani di una  tranquilla e remota cittadina di provincia italiana.

Ogni protagonista affronta vicende e difficoltà figlie del tempo offrendo una finestra su una delle realtà adolescenziali molto spesso incomprese o poco approfondite.

PLURALS vuole essere un  racconto veritiero, privo  di  moralismi e preconcetti, che consente di  esplorare con sguardo sociologico il rapporto tra adolescenza, vita digitale e reale.

Una serie neorealista nelle intenzioni dei suoi protagonisti (che sembrano, per alcuni versi, usciti da un film di Pasolini) si mescola a colori accesi e inquadrature che ricordano l’inquietante psichedelia di Gaspar Noe coinvolgendo lo spettatore in prima persona grazie ai movimenti di macchina che lo immergono nella storia e rendendolo attivo.

 

Allegato file pdf

Presentazione Paciolo e dichiarazioni dei Promotori

Tag
Share

0 commenti

Nessun commento ancora!

There are no comments at the moment, do you want to add one?

Scrivi un commento

Scrivi un commento

La tua e-mail non verrà pubblicata.
I campi obbligatori sono segnati *

LEGGI IL NUMERO DI SETTEMBRE 2020!

Iscriviti alla Newsletter!