LAGONE

Ripristinato in poche settimane il tetto dell’asilo nido comunale “Il Ranocchio”

Ripristinato in poche settimane il tetto dell’asilo nido comunale “Il Ranocchio”
ottobre 27
16:45 2017
Il complesso scolastico era stato già oggetto di lavori su una parte del tetto diversi mesi fa.
Al nostro insediamento infatti erano stati già stanziati ed aggiudicata definitivamente la gara per il rifacimento parziale.
Giocoforza la parte rimanente, comunque in condizioni mediocri, ha subito cominciato a mostrare infiltrazioni alle prime (poche) piogge autunnali.
Vedere piovere nella scuola frequentata dal proprio figlio è veramente simile ad un colpo allo stomaco e per questo motivo, senza alcuna immediata copertura economica, l’amministrazione è ricorsa all’istituto della SOMMA URGENZA.
DI fatto, seguendo pedissequamente la prassi definita dal TUEL (Testo Unico Enti Locali) ha provveduto ad approvare in Giunta Comunale la somma urgenza e ad affidare immediatamente il lavoro ad una ditta per un costo di circa 22.000 euro con la conseguenza che dopo pochissimo tempo il problema è stato neutralizzato.
Nonostante le spiegazioni fornite in maniera inappuntabile dal Resp.le dell’Area Finanziaria del Comune di Anguillara Sabazia, i consiglieri di opposizione del Centro-Destra, pur di mantenere un punto, smontato in tutte le sue parti in Consiglio Comunale, e legato a presunte irregolarità nella procedura, ha addirittura abbandonato l’aula per non votare.
Avremmo voluto riconoscergli coerenza per altre e valide ragioni “positive” ma dobbiamo invece farlo in questa circostanza con un appunto “negativo” poiché ci hanno dimostrato ancora una volta, se oltre 15 anni non fossero bastati, il disinteresse che provano per le tematiche legate alla scuola.
Era infatti già accaduto nel febbraio 2017 quando 3 dei 4 consiglieri di opposizione presenti votarono CONTRO (l’altro si astenne) l’approvazione di una delibera di approvazione della scheda patrimoniale integrativa del plesso scolastico di Monte Le Forche, un atto propedeutico all’accatastamento di quell’edificio, peraltro altra azione obbligatoria per legge.
Forse dopo lunghe riflessioni hanno partorito questo avvilente teatrino come contromossa per recuperare l’evidente calo dei consensi che hanno registrato da parte dei cittadini.
Share

0 commenti

Nessun commento ancora!

There are no comments at the moment, do you want to add one?

Scrivi un commento

Scrivi un commento

La tua e-mail non verrà pubblicata.
I campi obbligatori sono segnati *

LEGGI QUI IL NUMERO DI OTTOBRE 2017!

Iscriviti alla Newsletter!