Ladispoli: Entro il 2014 la Casa della Salute

118

“Entro quest’anno il Poliambulatorio farà un nuovo ed importante passo avanti”. Con queste parole il sindaco Crescenzo Paliotta ha annunciato che a breve inizieranno i lavori della Casa della Salute presso il Poliambulatorio sulla via Aurelia. Una struttura fortemente voluta dall’Amministrazione comunale di Ladispoli che sarà attiva all’inizio dell’autunno e che permetterà da un lato di avere sei posti per la degenza breve e dall’altra l’integrazione con i servizi sociali.

“La Casa della salute – ha proseguito Paliotta – nasce dalla stretta collaborazione tra la Regione, che investirà circa 500mila euro per la ristrutturazione dei locali e l’acquisto degli arredi, la Asl, il Posto di primo intervento e i medici di base. Nei giorni scorsi presso il Poliambulatorio ho avuto un incontro con incontro con il direttore generale della Asl RmF Giuseppe Quintavalle ed i funzionari ed i tecnici della Regione Lazio che dell’Azienda sanitaria. Insieme abbiamo stabilito gli ultimi dettagli”.

Più in particolare la Casa della Salute di Ladispoli e Cerveteri sarà la quarta in tutto il Lazio e sarà collegata con le strutture di ricovero pubbliche e private accreditate, con le Unità di Cure Primarie esterne alla struttura, con le farmacie pubbliche e private e con gli altri presidi presenti sul territorio per garantire un’offerta di servizi tale da assicurare l’efficace presa in carico dei cittadini e il coordinamento delle risposte da garantire.
“Ci saranno a disposizione degli utenti – ha continuato Paliotta – 6 posti letto per un ricovero breve che può variare dalle 24 alle 48 ore. Un lasso di tempo utile per stabilire se è necessario o meno il ricovero il ospedale. I pazienti saranno seguiti da una équipe di cui faranno parte tutte le figure professionali, sanitarie e sociali. Insomma, la Casa della salute, sarà una alternativa alle file in Pronto soccorso. Inoltre – ha concluso Paliotta – sorgerà presso il Polimbulatorio distrettuale ben collegato dal punto di vista viario, in cui già funziona una Guardia Medica, in cui è già presente un Centro Prelievi collegato telematicamente con il Laboratorio Analisi dell’Ospedale di Bracciano, e con una sezione di Radiologia anch’essa interconnessa digitalmente con la Radiologia dell’Ospedale più vicino”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui