29 Novembre, 2022
spot_imgspot_img

Circeo 1975, un convegno per non dimenticare

Si è appena concluso il Convegno “Circeo 1975” Diario civile di un massacro, organizzato dalla Città metropolitana di Roma e della Commissione Pari Opportunità di Roma Capitale.

Una ricostruzione storica e umana di un delitto efferato che oggi a distanza di quasi 50 anni provoca ancora dolore.

“Non è stato solo un delitto efferato e un inquietante fatto di cronaca. Il delitto del Circeo ha sconvolto le coscienze, ci ha fatto riflettere su quanto fosse necessario l’impegno civile per tutelare le donne quanto tali non come anello debole della società – ha introdotto, Tiziana Biolghini, Consigliera Delegata della Città metropolitana di Roma. Questo convegno è frutto di un lavoro molto più complesso che mette assieme le Istituzioni, associazioni e quanti hanno passione civile per ribadire che tutte le violenze di genere debbono essere combattute. Assieme alla Presidente della Commissione Pari Opportunità di Roma Capitale, Michela Cicculli, abbiamo voluto costruire una rete di lavoro che vuole essere condiviso e partecipato, per rafforzare politiche attive con il terzo settore e con i Comuni per affrontare le questioni che riguardano le pari opportunità e la modernizzazione e l’aggiornamento delle politiche sociali che nella Città metropolitana hanno avuto un deterioramento che stiamo risolvendo”.

“Abbiamo utilizzato questa data per tenere viva la memoria di quello che è successo dal quel 29 settembre del 1975 nel nostro Paese – ha dichiarato la Presidente della Commissione Pari Opportunità del Campidoglio Michela Cicculli –  Molte donne che ho incontrato parlano di quella data con una prospettiva personale e proprio per questo abbiamo organizzato questo incontro, non solo per commemorare la memoria di Rosaria Lopez e Donatella Colasanti, ma ricostruire un “Diario civile” in cui riuscissimo a mettere assieme diverse memorie di quel giorno triste. Dobbiamo tessere di nuovo una memoria civile all’interno del nostro Paese e della nostra Città e riprendere in mano e aiutare soprattutto chi ne rimane disarmato. Il nostro impegno all’interno delle Istituzioni sarà quello di condividere assieme al territorio, le azioni concrete, per rispondere alle donne in difficoltà, attraverso servizi, ma soprattutto creare quei processi sociali e collettivi  che ci facciano sentire tutte e tutti responsabili di fronte a questo fenomeno.

 

A portare i saluti del Sindaco Roberto Gualtieri, il Vice Sindaco della Città metropolitana di Roma, Pierluigi Sanna e l’Assessore Capitolino alle Pari Opportunità Monica Lucarelli. Hanno partecipato, oltre alla Consigliera metropolitana alle Pari Opportunità, Tiziana Biolghini e la Presidente della Commissione Pari Opportunità Michela Cicculli, la Magistrata Paola Di Nicola Travaglini, il giornalista Massimo Lugli, Francesca Innocenti del Centro Donna Lilith Latina, lo scrittore Edoardo Albinati, la Presidente della IX Commissione della Regione Lazio Eleonora Mattia, la Consigliera metropolitana Cristina Michetelli, Il Consigliere Delegato Daniele Parrucci e la Consigliera di Roma Capitale Claudia Pappatà.

Presente il fratello di Donatella Colasanti, Roberto.

Ultimi articoli