Ic Bracciano, taglio del nastro per la nuova biblioteca

Il 4 aprile, nel plesso di via Carlo Marchi dell’Istituto Comprensivo di Bracciano si è svolta una breve ma significativa e toccante cerimonia di inaugurazione della nuova biblioteca dedicata alla memoria di Giammario Ferri, brillante studente della nostra scuola, prematuramente scomparso nel 2012. Erano presenti il Dirigente scolastico, professoressa Lucia Lolli, il suo staff, il Sindaco Marco Crocicchi, alcuni rappresentanti del consiglio di Istituto, e la DSGA, dott. Lucia Colella, mamma di Giammario.
L’ambiente, inizialmente adibito a deposito di attrezzatura ginnica e collocato tra la palestra e l’aula verde, è stato ristrutturato e piacevolmente arredato in tempi record ed è pronto ad ospitare, oltre a quelli attualmente presenti, anche ulteriori nuovi volumi che, in futuro, andranno ad arricchirne l’offerta.
All’incirca una trentina di testi è stata donata, alla fine dello scorso mese di marzo (e costituirà la sezione dei libri sugli stereotipi di genere) dall’associazione culturale “Percorsi di crescita ” con la quale la scuola ha già avuto il piacere di collaborare ed ha avviato anche il progetto “Interconnettiamoci” di mappatura e destrutturazione degli stereotipi di genere da svolgersi nel biennio 2021-23.


La nuova biblioteca di Istituto, che si affaccia sull’aula verde, è un ambiente confortevole ed accattivante che potrà essere frequentato dagli studenti e dalle studentesse del nostro Istituto sia per leggere che per prendere a prestito i libri (in parte) già catalogati sotto la guida della dottoressa Silvia Seganti che, nell’ambito del già citato progetto “Interconnettiamoci”, ha condotto il lavoro degli alunni della classe IIA.
Un ulteriore ambiente di apprendimento attivo è stato dunque creato, in tempi realmente strettissimi, per ferma volontà del nostro Dirigente Scolastico Prof.ssa Lolli a vantaggio di tutti gli allievi (molti dei quali già da tempo abituati alla lettura e recensione orale periodica di testi di narrativa).
Accanto ai laboratori di robotica, di arte, allo splendido e sicuro giardino interno del plesso di via P.di Napolii, agli svariati PON offerti all’utenza a titolo completamente gratuito, un ulteriore traguardo per una scuola in movimento è stato raggiunto, perfino in tempi di pandemia.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui