5 Febbraio, 2023
spot_imgspot_img

Istat, spesa sulla fornitura acqua a +9,2% dal 2015

Secondo i dati resi noti oggi dall’Istat, per la fornitura di acqua nell’abitazione ogni famiglia ha speso in media 14,62 euro al mese, il 9,2% in più rispetto al 2015.

“Il rialzo della spesa mensile familiare per la fornitura d’acqua, dal 2015 al 2019, è più di 3 volte quello dell’inflazione, ossia dell’indice generale. Infatti, mentre l’indice dei prezzi al consumo è salito dal 2015 al 2019 del 2,9%, per l’acqua il rincaro è del 9,2%, ossia il 217% in più” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.

“Se poi consideriamo i dati di Arera, che hanno un diverso universo di riferimento, rispetto al servizio idrico integrato, l’aumento registrato dal 2015 al 2019 è addirittura del 25,4%, quasi 9 volte l’inflazione” prosegue Dona.

“Questi incrementi astronomici attestano che il problema degli italiani è sempre lo stesso, ossia che le tariffe che dovevano diminuire di prezzo sono sempre aumentate più dell’inflazione e questo contribuisce a mandare in tilt i bilanci delle famiglie visto che si tratta di spese obbligate” conclude Dona.

Ultimi articoli