Istat, povertà, record storico, battuti tutti i precedenti primati

115

Secondo i dati resi noti oggi dall’Istat, la povertà assoluta nel 2020 è cresciuta sia in termini familiari (da 6,4% del 2019 al 7,7% ), oltre 2 milioni, sia in termini di individui (dal 7,7% al 9,4%) che si attestano a 5,6 milioni.

“Dati vergognosi! Si tratta di un record storico. Non si erano mai registrati, infatti, valori così elevati per la povertà assoluta dall’inizio delle serie iniziate nel 2005, ossia è il peggior risultato di sempre” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.

“Battuti tutti i precedenti primati. Per le famiglie povere in valore assoluto, con oltre 2 mln si è superato il record precedente di 1 mln e 822 mila del 2018, così come in termini percentuali si è sorpassato il 7% del 2018. Quanto agli individui, con i 5 mln e 600 mila circa si è stracciato il primo posto del 2017, con 5 mln e 58 mila, mentre con il 9,4% di individui si è andati ben oltre l’8,4% del 2017 e del 2018” prosegue Dona.

“Questi dati non degni di un Paese civile dimostrano che reddito di cittadinanza, reddito di emergenza e bonus vari non sono serviti quasi a nulla, essendo stati dati male, a pioggia, ed in ritardo. Ora il Governo Draghi rimedi con una riforma fiscale che abbassi le tasse ai più poveri” conclude Dona.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui