Covid-19, la carica virale si abbassa

9

Si è abbassata la carica virale, ossia il numero delle copie di materiale genetico del nuovo coronavirus presenti in un millilitro di materiale biologico prelevato con il tampone, tanto che attualmente solo il 5% dei pazienti analizzati, pari al 20% dei positivi, ha una carica virale superiore a un milione, contro l’80% che si registrava in ottobre. Lo ha dichiarato il virologo Francesco Broccolo. I campioni sopra il miliardo provengono da circa l’1% dei pazienti analizzati, pari al 5% dei positivi. Il caldo, secondo un ulteriore studio riferito dall’Istituto superiore di sanità, diminuisce la capacità del virus di infettare. Così come è stato dimostrato anche per altri virus respiratori, la capacità del Sars-Cov-2 di infettare è sensibile all’aumento della temperatura ambientale: diminuisce col caldo e aumenta col freddo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui