L’iPhone non resiste all’acqua, ad Apple 10 milioni di multa

7

La pubblicità degli iPhone resistenti all’acqua in profondità era ingannevole e l’azienda si è rifiutata di riparare gli smartphone danneggiati. L’Antitrust italiano sanziona con una multa da 10 milioni di euro la casa di Copertino che si difende ricordando come la resistenza diminuisca con l’usura e che la garanzia non copre l’utilizzo improprio come nuotare o fare il bagno con iPhone. Una giustificazione che non è bastata all’Autorità che nel provvedimento censura gli spot diffusi dal 2017 fino ai primi mesi del 2020 sulle tv e il web che vantavano smartphone «resistente all’acqua». Pubblicità ingannevole anche sulla pagina ufficiale dove solo alla fine del messaggio, si legge nel provvedimento, appariva «in caratteri minuscoli, una nota ipertestuale» con le avvertenze.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui