LAGONE

Ricorso contro sfruttamento sorgenti Peschiera e Le Capore

Ricorso contro sfruttamento sorgenti Peschiera e Le Capore
Settembre 22
04:10 2020

Mercoledì 23 settembre si terrà a Roma, presso il Tribunale Superiore delle Acque Pubbliche, la terza udienza relativa ai ricorsi presentati dall’Associazione PosTribù Onlus e dal Comune di Casaprota

volti ad ottenere l’annullamento della “Concessione di derivazione dalle sorgenti del Peschiera e Le Capore” rilasciata dalla Regione Lazio a favore di Roma e di Acea Ato 2 Spa.

 

Una concessione che, come l’Ass. Postribù di Rieti ha denunciato più volte pubblicamente, priva del diritto all’acqua potabile tutti i comuni della provincia di Rieti,

vietando loro di approvvigionarsi dal sistema acquedottistico Peschiera-Capore, e che sta aggravando il disastro ambientale sul fiume Farfa, come testimoniamo i continui repentini abbassamenti del corso d’acqua causati dalle improvvide manovre idrauliche di Acea Ato2 Spa.

 

In occasione dell’udienza l’Ass. Postribù ha promosso un sit-in dalle ore 9,00 del 23 settembre in piazza Cavour a Roma, proprio sotto il Tribunale delle Acque Pubbliche al fine di continuare ad accendere i riflettori su questa incredibile vicenda.

 

Postribù lancia l’ennesimo appello ed un sit-in per accendere i riflettori sul disastro ambientale e sanitario in atto.

Si tratta di na concessione che, ricordiamo, è stata rilasciata proprio grazie al benestare di quasi tutte le Amministrazioni locali reatine le quali, con Sindaci e Presidente della Provincia in testa, nel 2018 hanno incredibilmente firmato un accordo d’interferenza d’Ambito che, di fatto, già “regalava” l’acqua (500 milioni di metri cubi l’anno!) ad Acea Spa in cambio di qualche milione di euro lasciato in mano ad APS Spa che, come dimostrano le modalità di reclutamento del personale, gestisce privatamente il servizio idrico dell’ATO3 Rieti.

Se il giudice accoglierà le nostre ragioni, la Regione Lazio sarà finalmente costretta al rispetto delle Direttive Europee e al perseguimento concreto degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile, anche nell’iter di realizzazione del raddoppio dell’acquedotto Peschiera.

Diversamente, sia con un respingimento dei ricorsi che con un ulteriore rinvio, si prospetta il protrarsi di una situazione insostenibile per i cittadini della provincia di Rieti e per i fiumi Farfa, Peschiera, Velino, Nera e Tevere.

In attesa, non possiamo far altro che continuare ad accendere i riflettori su questa incredibile vicenda, appellandoci al buon senso degli attuali amministratori locali e a tutti i cittadini che vorranno presenziare insieme a noi in occasione del sit-in che si terrà dalle ore 9,00 del 23 settembre in piazza Cavour a Roma, proprio sotto il Tribunale delle Acque Pubbliche.

(Postribù)

0 commenti

Nessun commento ancora!

There are no comments at the moment, do you want to add one?

Scrivi un commento

Scrivi un commento

La tua e-mail non verrà pubblicata.
I campi obbligatori sono segnati *

LEGGI IL NUMERO DI SETTEMBRE 2020!

Iscriviti alla Newsletter!