27 Maggio, 2024
spot_imgspot_img

Il gemellaggio italo-olandese della Corrado Melone

L’I.C. “Corrado Melone”, come avviene ormai da anni, ha attivato anche per l’anno scolastico 2023-2024 il gemellaggio con il “Roelof van Echten College” di Hoogeveen (Drenthe – Paesi Bassi).

Le studentesse e gli studenti che vi hanno preso parte hanno potuto vivere un’esperienza davvero unica che, oltre a potenziare le competenze nella lingua inglese, ha offerto occasioni straordinarie di conoscenza di luoghi bellissimi e importanti artisticamente, storicamente, culturalmente e opportunità di scambio ed amicizia con ragazzi di un altro Paese europeo.

Lo scopo di questa attività, che la “Melone” svolge da 14 anni anche con Francia, Germania, Romania, Spagna e, se non fosse scoppiata prima la pandemia e poi la guerra, anche con la Russia, è evidente a chiunque la abbia vissuta. Se ci si conosce, si comprende che ciascuno di noi ha caratteristiche migliori e caratteristiche peggiori degli altri e si accetta se stessi e gli altri con maggiore consapevolezza. Si comprende che siamo fortunatamente tutti diversi ma tutti fratelli e sorelle e che non esistono caratteristiche nazionali, ma personali. Si comprende che è stupido farsi la guerra ed uccidersi a vicenda mentre ciascuno di noi può migliorare e crescere apprendendo ed emulando il nostro prossimo. Si comprende che ci si può amare anche se si parlano lingue diverse. Insomma, se ad ogni scambio di studenti in famiglia anche solo un ragazzo o una ragazza comprenderanno che è fondamentale la pace fra le Nazioni, avremo vinto la nostra scommessa didattica ed avremo offerto maggiori possibilità di sopravvivenza per i nostri figli.

Di seguito le riflessioni di uno degli alunni che vi ha partecipato:

“Il gemellaggio tra Italia e Olanda del 2024 è stato un’opportunità straordinaria che ha permesso di creare un legame unico e significativo tra due culture e lingue diverse. Durante questa esperienza, ho avuto la possibilità di immergermi in una nuova realtà, confrontandomi con persone provenienti da un contesto culturale diverso dal mio. Nonostante le differenze linguistiche e culturali iniziali, ho scoperto che è possibile stabilire rapporti profondi e duraturi basati sull’amicizia e sulla comprensione reciproca.

Il periodo trascorso insieme ai miei nuovi amici olandesi è stato estremamente divertente e arricchente. Attraverso lo scambio di esperienze, tradizioni e punti di vista, ho ampliato i miei orizzonti e ho sviluppato una maggiore consapevolezza della diversità del mondo in cui viviamo. Questo gemellaggio mi ha insegnato che, nonostante le barriere linguistiche e culturali, ci sono valori umani universali che possono unire le persone e superare qualsiasi differenza.

Auguro a tutti di avere l’opportunità di vivere un’esperienza simile, in cui la diversità diventa un motivo di arricchimento anziché di divisione. Che sia attraverso viaggi, scambi culturali o semplici incontri con persone provenienti da background differenti, ogni occasione di scoperta e di condivisione può contribuire a rendere il mondo un luogo più unito e solidale.”

Antonello Nobile, Riccardo Agresti e Fabrizio Cambi classe 3A

Ultimi articoli