Daniele Torquati esprime #SOLIDARIETA’ A MANLIO DI STEFANO, fra il serio e il faceto

Pubblichiamo una nota del consigliere circoscrizionale daniele Torquati

#SOLIDARIETA‘ A MANLIO DI STEFANO

Ieri, un certo Manlio di Stefano, sottosegretario agli esteri, ha confuso i libanesi con i libici. Oggi, in un post delirante, invece di chiedere scusa con sobrietà, se la prende con tutti dicendo che lui è molto bravo. Il web ora lo sta deridendo tra insulti e indignazione.

Io gli vorrei esprimere sul serio la mia personale e vera solidarietà. Non scherzo.

Mi dispiace dirlo, ma la colpa non è sul serio sua, ma di un sistema politico-culturale che gli ha permesso di ricoprire un ruolo di responsabilità pur non avendo mai amministrato neanche un condominio.

La responsabilità è di chi lo ha votato senza conoscerlo, di una legge elettorale che ormai da anni permette a poche persone di scegliere l’intero Parlamento, di chi ha permesso che il suo inesistente partito fosse un punto di riferimento, addirittura una speranza, per il Paese. La responsabilità è di un sistema politico che non premia il merito, il lavoro e non fa più una selezione adeguata della classe dirigente interna e che tra l’altro continua ad inseguire la propaganda dell’anti-politica. Ne è l’esempio il referendum del taglio dei Parlamentari, per cui convintamente voterò NO. Come se il problema fosse il numero e non la qualità, di come vengono scelte le candidature e della legge elettorale.

Tutto questo ha contribuito a fare andare in Parlamento al grido “sono nuovi” e “politica la posso fare pure io” una serie infinita di “Azzeccagarbugli” con la supponenza dei “Bravi” e il coraggio di “Don Abbondio”.

Esprimo a lui la mia solidarietà, perchè ogni tanto questo Paese dovrebbe avere un sussulto di consapevolezza che possa permetterci di assumerci un po’ tutti le nostre responsabilità.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui