24 Luglio, 2024
spot_imgspot_img

Oriolo, nuova edizione del Muso Festival

Musica indipendente, enogastronomia, fumetti, libri e tanta sana allegria

 

Oriolo, nuova edizione del Muso Festival

 

Impiegando la magica formula che fa del Muso Festival uno dei più importanti e partecipati eventi di tutto il centro Italia, in un indovinato intreccio tra musica indipendente, enogastronomia, fumetto, libreria e sana allegria, largo Santacroce e il parco di villa Altieri (nuova location dei concerti, ndr) si apprestano ad ospitare una manifestazione di ottimo livello tecnico e artistico.

Si comincerà venerdì sera con lo psych-prog-rock del gruppo made in Tuscia “Lord Woland” e con l’agri-metal dell’altra band viterbese presente al Festival: i “Tractors”. A chiudere la prima giornata della kermesse oriolese, il sound metal-punk dei “Plakkaggio”, provenienti da Colleferro.

Il programma di sabato sarà riservato alle esibizioni del quintetto locale “Villa Mura”, con reggae e ska ad esaltare il loro originale e accattivante repertorio, dei trentini “The Killbilly’s”, in un mix di rockabilly, rock’n’roll e blues, e dei romani “Veeblefetzer”, con il loro gypsy-folk-reggae.

Domenica, infine, spazio al rap dell’organico indipendente “Airline Collettivo” di Bracciano e alle sonorità ska dell’affermato gruppo milanese dei “Vallanzaska” che, sul palco del Muso, presenterà la sua nuova produzione, un Ep con sei brani inediti dal titolo “Vzk”.

Parallelamente ai concerti e alle altre varie proposte, l’area comics vedrà la partecipazione di grandi personalità del mondo del fumetto: Francesco Sudario Brando, Acid Free Autoproduzioni e Giorgio Santucci (venerdì), Akab, Pablo Cammello, Jacopo Starace, Nova Sin, Acid Free Autoproduzioni (il 20), Prenzy, Stefano Antonucci, Giulio Rincione e ancora Acid Free Autoproduzioni (domenica).

Dario Calvaresi

Ultimi articoli