LAGONE

Tellaroli (M5S) : Realizzazione della Nuova Rotatoria Rinascente a spese della cittadinanza piuttosto che dai due nuovi Big Commerciali.

Tellaroli (M5S) : Realizzazione della Nuova Rotatoria Rinascente a spese della cittadinanza piuttosto che dai due nuovi Big Commerciali.
marzo 22
21:34 2019

Riceviamo e pubblichiamo

“La Giunta comunale proporrà al prossimo consiglio comunale del 28 marzo – il programma triennale e l’elenco annuale dei lavori pubblici da realizzare – dove è prevista la realizzazione della nuova Rotatoria in zona Rinascente Bracciano. Dopo l’insediamento commerciale dei nuovi Big commerciali, che hanno deturpato la viabilità della rotatoria, viste le avversità prodotte, la Giunta comunale ha previsto nel piano triennale delle opere pubbliche, la messa in sicurezza della rotatoria per un costo stimato di circa €212.000,00, che il Comune investirà nei prossimi bandi di gara. A pagarne le spese, leggendo i primi documenti prodotti, saranno i cittadini di Bracciano.
Insomma LIDL e McDonald’s oltre a mettere a dura prova il commercio locale e l’economia circolare del paese, hanno obbligato i braccianesi ad investire del denaro per ripristinare la loro sicurezza stradale messa a dura prova dai due colossi commerciali stranieri.

LA STORIA DELLA ROTATORIA:
Fino a marzo 2018, era di proprietà della Città Metropolitana di Roma Capitale che aveva realizzato in località Rinascente la rotatoria in cui confluiscono le strade denominate Via Settevene Palo I° Tronco, Via Braccianese Claudia e via Settevene Palo II° Tronco che sono di competenza della Città Metropolitana di Roma Capitale;
Il 5 di marzo 2018, il Comune di Bracciano con questa Amministrazione, con deliberazione di Giunta Comunale n 41 approvava l’ampliamento dell’estensione del centro abitato, estendendo la nuova perimetrazione del centro abitato come segue:
– Via Braccianese Claudia nel tratto compreso tra la rotatoria della Rinascente e il Km 23.450 (via Santa Lucia), tale da determinare la congiunzione con l’attuale tratto di strada comunale;
– Via Braccianese Claudia nel tratto compreso tra la rotatoria della Rinascente e l’ingresso al complesso residenziale “La Rinascente” inclusa.
– Via Settevene Palo II Tronco nel tratto compreso dalla rotatoria in località Rinascente all’incrocio con via di Valle Foresta inclusa.
– Via Settevene Palo I° Tronco nel tratto compreso dalla rotatoria della Rinascente all’incrocio con via Quarto del Lago tale da determinare la congiunzione con l’attuale tratto di strada comunale;
– Via Braccianese Claudia dal Km 20 al Km 20,675 (loc. Vigna di valle).

FATALITÀ’ nel 29 di maggio 2018 avvenne Il frazionamento del terreno protocollo n. RM0253499 dei proprietari dell’edificio dove oggi sorge LIDL (in atti dal 29/05/2018 presentato il 29/05/2018 (n. 253499.1/2018);
– Il 7 agosto 2018 dopo aver venduto il terreno alla Mc Donald, i nuovi proprietari ottengono il permesso di costruire n 15/2018;
– riguardante la realizzazione di un ristorante Mc Donald sul terreno sito lungo la Via Braccianese – Santa Lucia, distinto al NTC al Foglio 33, particella 952, ampio mq 4.478, ed autorizzato alla copertura di 450,90 mq di terreno complessivi, con un’altezza dell’erigendo fabbricato di m 4,60 per un volume di mc 2.008,36, oltre alla sistemazione degli spazi esterni;
– con deliberazioni della Giunta Comunale numero 186 e successiva numero 250, la Giunta comunale donò ai proprietari dei terreni commerciali 527 mq di terreno appartenente alle aree di proprietà pubblica aventi come destinazione d’uso parcheggio, verde pubblico e attività collettive del Comune di Bracciano per la realizzazione a proprie spese delle opere necessarie per l’accettazione dell’istanza di rilascio di passo carrabile protocollo n 26700 del 03/08/2018, per l’attività commerciale ristorante lungo la Via Braccianese – Santa Lucia, sito all’inizio della Rotatoria della Rinascente.

Detto questo domandiamo ai cittadini visti i soldi spesi per le edificazioni commerciali era giusto che codesti privati partecipassero alle spese della nuova rotatoria?
Se fossero esistiti dei danni per la cattiva costruzione della rotatoria, già visibili prima dell’insediamento commerciale, sarebbe stato giusto che l’opera di messa in sicurezza la faceva l’ex proprietaria città Metropolitana di Roma?

Come al solito vogliamo evitare bugie pensando al bene collettivo e non ideologico o personale.”

Share

0 commenti

Nessun commento ancora!

There are no comments at the moment, do you want to add one?

Scrivi un commento

Scrivi un commento

La tua e-mail non verrà pubblicata.
I campi obbligatori sono segnati *

LEGGI IL NUMERO DI GIUGNO 2019!

Iscriviti alla Newsletter!