LAGONE

Gli studenti del liceo Vian protagonisti di due nuovi importanti progetti

Gli studenti del liceo Vian protagonisti di due nuovi importanti progetti
dicembre 05
15:30 2017

Gli studenti del Liceo Scientifico Ignazio Vian di Bracciano ci offrono un nuovo motivo di orgoglio. Anzi due.

Lo scorso venerdì 10 novembre, nella Sala consiliare del Comune di Bracciano, studenti, insegnanti, cittadini, rappresentanti delle associazioni e dell’amministrazione comunale si sono riuniti per celebrare due importanti traguardi raggiunti dagli studenti del Vian.

Di fronte a questo nutrito pubblico prende la parola il sindaco Armando Tondinelli. “È un piacere ed un onore trovare qui tanti giovani. Voglio ringraziare Antonio Spica, Stefania Chimienti ed i ragazzi del Vian per aver portato il nome di Bracciano sotto le luci della ribalta nazionale: il Liceo Vian ha appena vinto la medaglia d’argento per il concorso Adotta un monumento. Il monumento adottato dai ragazzi è l’Acquedotto Odescalchi, che noi stiamo cercando di acquistare al fine di una sua riqualificazione. Ringrazio infine L’Agone, sempre presente, che permette di rendere note queste vicende ai cittadini di tutto il territorio.”

La parola passa ad Antonio Spica, presidente dell’Associazione Access&Motion. “Il progetto promosso dalla mia associazione ha coinvolto i ragazzi su diversi livelli, in quanto abbiamo visitato insieme la città come se avessimo tutti degli handicap, al fine di individuare i punti di difficile accesso, mapparli e proporre delle soluzioni. A questo progetto dei ragazzi le Amministrazioni dovranno poi dare risposte concrete, cosa che si sono impegnate a fare. Ciò permetterà anche a chi ha esigenze diverse di vivere il territorio a 360°. Concludo consegnando al sindaco Tondinelli ed alla dirigente scolastica Stefania Chimienti la tessera di socio onorario della mia associazione.”

Gaia Comitini, studentessa della classe 4^D del Vian, ci presenta nel dettaglio il progetto Adotta un monumento. “Abbiamo deciso di partecipare alla XXIV° edizione del concorso nazionale Adotta un monumento, promosso dall’Associazione Napoli Novantanove.  Dopo aver scelto l’Acquedotto Odescalchi e le Ferriere abbiamo girato un corto (visibile al seguente link: http://www.youtube.com/watch?v=FVmeXDvrSps&t=10s ) per spiegare la nostra scelta e questo è servito anche a noi per comprendere l’uso di questi due pezzi di storia del territorio. Durante numerosi incontri pomeridiani abbiamo poi svolto ricerche presso l’Archivio storico, la Biblioteca comunale ed il Museo civico. Il nostro progetto si è aggiudicato la medaglia d’argento durante la premiazione tenutasi il 7 novembre presso il Palazzo Reale di Napoli.”

Samuele Bonetti, studente della classe 4^A, ci mostra la mappa in cui sono segnati tutti i luoghi d’interesse (monumenti e scuole ad essi collegati) d’Italia, in cui ora compaiono anche l’Acquedotto Odescalchi ed il liceo Vian.

Il microfono torna ad Antonio Spica. “Ora vedremo il corto realizzato dai ragazzi in cui ci mostrano Bracciano dal punto di vista di un disabile. L’obiettivo è stare insieme nonostante le diverse condizioni fisiche.”

Al termine del corto ascoltiamo il discorso della dirigente scolastica Stefania Chimienti. “I nostri ragazzi sono preparati, competenti e dotati di un forte senso di responsabilità e solidarietà; sono ragazzi impegnati, in controtendenza rispetto al cliché della gioventù svogliata. Questi due corti sono il culmine di un lavoro intenso durato settimane. Valorizzare il territorio, compito nel quale siamo affiancati dall’Amministrazione e da L’Agone, significa riconoscere e prendersi cura di un bene prezioso qual è iol nostro patrimonio artistico e culturale. L’uso del verbo “adottare” nel titolo di questo bel progetto non è, a mio parere, casuale: adottare un monumento significa amarlo e proteggerlo come un figlio e se lo fanno i giovani allora vuol dire che noi adulti abbiamo buone speranze per il futuro.  La Legge 107/2015, che ha introdotto l’obbligo dell’alternanza scuola-lavoro, continua a far discutere perché spesso le esperienze dei vari Istituti Superiori sono percepite come perdite di tempo; il Liceo Vian ha invece dimostrato negli ultimi due anni di selezionare e attuare progetti coerenti con i piani di studio dei tre indirizzi.”

Un nuovo intervento di Antonio Spica conclude i discorsi. “Dalle belle parole dobbiamo passare ai fatti. L’Amministrazione organizzerà i prossimi eventi avvalendosi della nostra collaborazione per quanto riguarda le informazioni e le location, poiché una corretta informazione permette l’accesso a tutti. Intanto uno stabilimento del lago ha facilitato l’accesso ai disabili ed insieme abbiamo acquistato una sdraio su ruote gommate per permettere l’accesso in acqua. Per quanto riguarda i progetti futuri contiamo di realizzare un video sul territorio, di creare sul sito del Comune una sezione dedicata all’accessibilità, di realizzare una guida turistica per tutte le esigenze e infine di rendere il territorio fruibile da tutti. Insieme ai ragazzi del Vian poi individueremo le strade più difficoltose di Bracciano, Manziana e Trevignano, dopodiché i Comuni si impegneranno a renderle accessibili.”

La cerimonia si conclude con la consegna degli attestati di merito agli studenti che si sono particolarmente distinti nell’ambito del progetto Bracciano accessibile.

Ricordiamo ai lettori de L’agone che possono consultare online la Mappa dei Monumenti Adottati ai seguenti indirizzi

http://www.atlantemonumentiadottati.it

http://youtu.be/Fic3B_IV-2Y

http://youtu.be/Fic3B_IV-2Y

e che esiste anche un libro, interamente realizzato dagli studenti, relativamente al progetto Bracciano Accessibile, promosso dal Comune di Bracciano e dall’Associazione Access&Motion.

 

Monia Guredda

Share

0 commenti

Nessun commento ancora!

There are no comments at the moment, do you want to add one?

Scrivi un commento

Scrivi un commento

La tua e-mail non verrà pubblicata.
I campi obbligatori sono segnati *

LEGGI QUI IL NUMERO DI NOVEMBRE 2017!

Iscriviti alla Newsletter!