LAGONE

Cerveteri omaggia l’indipendenza dell’Armenia

Cerveteri omaggia l’indipendenza dell’Armenia
settembre 22
12:20 2017

Il Consigliere comunale Mauro Porro presente alle iniziative presso l’Ambasciata della Repubblica d’Armenia in Italia.

Cerveteri celebra l’indipendenza dell’Armenia.

Mauro Porro, Consigliere comunale che durante il primo mandato dell’Amministrazione guidata dal Sindaco Alessio Pascucci ha ricoperto il ruolo di Delegato ai Gemellaggi, ha partecipato presso il Pontificio Collegio Armeno in Roma, alla presenza di Sua Eccellenza Ambasciatrice della Repubblica d’Armenia in Italia Victoria Bagdassarian, alle celebrazioni della Festa Nazionale della Repubblica d’Armenia.

“La nostra città in questi anni ha già avviato numerosi e proficui rapporti con realtà estere – ha dichiarato il Consigliere Mauro Porro – abbiamo avuto l’onore di ospitare e di essere ospitate in realtà lontanissime geograficamente da noi ma che da un punto di vista storico e culturale hanno avuto in passato molti legami con l’Italia e il nostro territorio: negli anni passati abbiamo incontrato realtà provenienti dal Brasile, dall’Azerbaijan, dalla Cina e ora anche con l’Armenia, una nazione ricca di storia e tradizione. Auspico che i rapporti intrapresi sino ad ora possano proseguire e svilupparsi ulteriormente: una preziosa opportunità per far parlare e portare la nostra Cerveteri nel mondo”.

Il Giorno dell’indipendenza dell’Armenia è la festa nazionale della Repubblica di Armenia. Si celebra il 21 settembre di ogni anno e commemora il giorno dell’indipendenza dall’Unione Sovietica e la proclamazione della Repubblica d’Armenia, nel 1991. Figura di primo piano dell’indipendenza armena fu il politico Lewon Ter-Petrosyan, che fu cosí il primo Presidente dell’Armenia indipendente. Anche per questa ricorrenza nazionale, come per quella del Genocidio armeno del 24 aprile, il popolo armeno rimarca i valori di una propria identità nazionale e culturale, mettendo in risalto i valori di un popolo, quello armeno, con una propria indipendenza, sovranità e la rivendicazione del rispetto dei diritti umani.

Andrei Pollari

Share

0 commenti

Nessun commento ancora!

There are no comments at the moment, do you want to add one?

Scrivi un commento

Scrivi un commento

La tua e-mail non verrà pubblicata.
I campi obbligatori sono segnati *

LEGGI QUI IL NUMERO DI SETTEMBRE 2017!

Iscriviti alla Newsletter!