Premiazione ‘Comuni Ricicloni’: l’Italia pronta per il 2020

92

Si è svolta ieri mattina presso l’Hotel Quirinale di Roma la ventiduesima edizione della“Premiazione dei Comuni Ricicloni”, il concorso di Legambiente, patrocinato dal Ministero per l’Ambiente, che assegna un riconoscimento alle comunità locali, agli amministratori e ai cittadini che hanno ottenuto i migliori risultati nella raccolta e nella gestione dei rifiuti.

A premiare i Comuni capoluogo che si sono distinti nell’ultimo anno (rispettivamente Belluno, Parma, Verbania,Mantova, Pordenone e Trento), è stato Filippo Bernocchi, Delegato ANCI Energia e Rifiuti: “Se nel passato sono stati spesso i piccoli Comuni a dimostrarsi virtuosi nella raccolta e gestione dei rifiuti, la grande novità degli ultimi anni è rappresentata dall’ottimo lavoro svolto dai Comuni capoluogo, quelli con un numero più consistente di abitanti. Resta l’emergenza al Sud, ma l’Italia saprà farsi trovare pronta all’appuntamento del 2020, in linea con gli obiettivi posti dall’Unione Europea”.

Menzione particolare per il Comune di Parma, la prima città riciclona con più di 200 mila abitanti, in un contesto provinciale che non raggiunge gli stessi livelli di eccellenza:

“Fin da subito mi colpì la fermezza con cui un’Amministrazione così giovane e nuova per il contesto italiano si è approcciata alle politiche di riciclocontinua BernocchiIl fatto che oggi siamo qui ad assegnarle un riconoscimento così importante sta a significare che quella fermezza ha pagato. I miei complimenti al Sindaco e all’Assessore alle politiche ambientali della città Ducale”.

Tra i Comuni Ricicloni non premiati figura Milano che avvia ormai a riciclo più della metà dei suoi rifiuti, rappresentando, insieme a Vienna, un esempio internazionale tra le città con più di un milione di abitanti.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui