LAGONE

Labaro: “Largo al Futuro” per gli alunni di Castelseprio

Labaro: “Largo al Futuro” per gli alunni di Castelseprio
Giugno 08
10:31 2015

Imparare non è mai stato così divertente. Stavolta, però, i bambini della scuola elementare e gli alunni dell’IC medie di Largo Castelseprio hanno chiuso i libri, abbandonato i banchi e si sono dedicati ad una forma d’apprendimento tutta creativa nel rispetto dell’ambiente.

Si è tenuta infatti nella giornata di ieri, dalle ore 7 fino a fine giornata, l’iniziativa “Largo al futuro”, promossa dai volontari del “Pedibus Labaro” e dal “Comitato Verde Labaro”, in collaborazione con la piattaforma “XVMobLab”, un’idea che ha visto il patrocinio del XV Municipio e dell’Istituto Comprensivo Castelseprio. “L’evento vuole essere una festa di chiusura del primo anno del Pedibus, servizio nato da un gruppo di mamme e volontari, che tutti i venerdì mattina portano a scuola una trentina di bambini attraverso il Parco Marta Russo”, dichiarano le organizzatrici Pedibus. Attraverso il Pedibus i bambini si dirigono a scuola insieme a piedi, cercando di rompere uno schema che li vuole tutti nelle macchine, le quali muovono un traffico disordinato e pericoloso intorno alle scuole e privati della libertà di usare lo spazio circostante in sicurezza ed autonomia.

“Se solo alcuni genitori capissero la pericolosità del traffico mattutino in questa zona non solo si vivrebbe meglio, ma rivaluterebbero il verde di Labaro”, sostiene un signore presente all’evento, evidenziando un problema quotidiano dell’istituto comprensivo Largo Castelseprio: i parcheggi ed il caos negli orari scolastici. E, non a caso, all’uscita dei bambini si creano doppie file e code di macchine interminabili, molte vetture bloccano il transito sostando per ore ed ore ininterrottamente e senza alcuno scrupolo. Indifferenti allo strombazzare dei conducenti bloccati.

L’appuntamento di ieri ha rappresentato un’occasione per riqualificare lo spiazzo antestante le due scuole di Castelseprio, attraverso la pittura muraria, l’abbellimento delle aiuole, la cura degli spazi verdi e tanti laboratori a portata di bambino. Fra lezioni di pittura, riciclo creativo, gioco e laboratori naturalistici, gli alunni di Castelseprio hanno riscoperto l’importanza del verde e degli spazi pubblici, dei colori e della condivisione all’aria aperta.

“Questo è il secondo appuntamento che teniamo dopo il 23 maggio”, sostiene Giada Medori, organizzatrice Pedibus. “Visto il successo di questa prima edizione Pedibus, non vediamo già l’ora che trascorrano le vacanze per inaugurare la prossima”. E, a ben vedere l’entusiasimo dei partecipanti grandi e piccini, le organizzatrici non sono le uniche a non stare nella pelle.

Barbara Polidori

20150605_151717[1] (1) 20150605_151400[1] 20150605_130322[1]

0 commenti

Nessun commento ancora!

There are no comments at the moment, do you want to add one?

Scrivi un commento

Scrivi un commento

La tua e-mail non verrà pubblicata.
I campi obbligatori sono segnati *

LEGGI IL NUMERO DI OTTOBRE 2020!

Iscriviti alla Newsletter!