Bracciano: sabato 30 Maggio “Le traiettorie della scienza” all’Archivio Storico

260

SUAVITER Costruiamo Futuro, Associazione Culturale e Teatrale, con il Patrocinio del Comune di Bracciano, è lieta di invitare tutti Sabato 30 Maggio alle 18:30, con ingresso libero, presso la Sala

Conferenze dell’Archivio Storico di Bracciano, in P.zza Mazzini 5, per assistere ad un nuovo appuntamento con il progetto “Le traiettorie della scienza”, per lasciarci incuriosire ancora da un

appassionante argomento: ”Da Einstein a Planck”!

 

Nel seminario del 14 febbraio sulla teoria della relatività di Einstein abbiamo visto la luce essere protagonista assoluta e, in particolare, come la scoperta della costanza della velocità della luce abbia avuto come conseguenza la nascita di una nuova visione del mondo, di una dimensione tanto “nascosta”, in quanto non sperimentabile nel nostro quotidiano, quanto vera.

La velocità della luce si eleva dunque a costante universale.

Il nostro affascinante ed interessante cammino prosegue ora alla scoperta della fisica quantistica che nasce nel momento in cui ci si accorge dell’impossibilità di descrivere i fenomeni del mondo

microscopico attraverso gli strumenti della fisica classica.

 

Anche qui la protagonista sarà ancora una volta la luce, nel senso che proprio il tentativo di spiegare i fenomeni riguardanti l’emissione e l’assorbimento della luce fecero emergere la necessità di rivedere le teorie fino ad allora conosciute, non applicabili al mondo microscopico, e fondare una nuova teoria, la teoria quantistica, basata sull’esistenza di un’altra costante universale: la costante di Planck.

In un certo senso, la relatività di Einstein può essere vista come la frontiera tra la deterministica fisica classica, quella di Newton, e la nuova fisica: la fisica dell’incertezza e della probabilità.

Parleremo quindi della fisica dei quanti restando, come si dice, “coi piedi per terra”. Cercheremo di risalire il percorso che portò Max Planck alla formulazione della teoria dei quanti usando quelle stesse nozioni di fisica che egli utilizzò.

Ci vorrà un pizzico di matematica…Ma vedrete che la passione, la competenza e la simpatia dell’ing. Stefano La Malfa, dell’ing. Teresa Polimei e del dott. Riccardo Rosini renderanno il tutto assolutamente abbordabile e fonte di altrettante curiosità per tutti!

 

Info al 3338925441 e suaviter_2013@libero.it , seguiteci anche su facebook.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui