12 Luglio, 2024
spot_imgspot_img

Bollette dell’acqua a Vigna di Valle: la mail di protesta di un cittadino

Abbiamo ricevuto in questi giorni diverse e-mail riguardanti le bollette dell’acqua relative alla zona Vigna di Valle; con l’assenso del cittadino che ce l’ha inviata pubblichiamo una di queste segnalazioni recapitate anche al Comune di Bracciano.

Finalmente,
rispettando il detto “al peggio non c’è mai fine” ieri ho ricevuto (anzi sono dovuto andare a chiederla personalmente visto che l’ufficio tributi dice di averla persa!!) la bolletta idrica anno 2012 che va da luglio 2010 a marzo 2013 (quasi tre anni senza fatturare: efficienza tedesca!); ma l’aspetto più disarmante è che all’interno della bolletta trovo, per ben 96,84 euro, la voce DEPURAZIONE: ma qualcuno di voi ha provato a rileggere le VOSTRE (eh si, eravate sempre voi!) ordinanze comunali che VIETAVANO e ancora VIETANO l’utilizzo dell’acqua per ogni attività attinente alimentazione ed uso igienico personale?
Ad aggravare la situazione il fatto che anche il servizio di autobotte è stato sospeso come se durante le vacanze le persone normali (che non sono quelle che vi portano le preferenze elettorali per cui non contano molto!!) non bevessero e non mangiassero.
Io mi rendo conto che da una organizzazione comunale che non riesce nemmeno a riscuotere efficacemente le tasse non ci si possa aspettare molto tuttavia il mio ottimismo, ed anche un pò la legge dei grandi numeri, mi portava a pensare che avendo fallito su tutti gli altri aspetti (scuola, edilizia, rifiuti, strade, ecc. ecc.) almeno l’aspetto tassazione fosse affrontato con professionalità e serietà: ovviamente mi sbagliavo ed a conferma basta verificare le date di scadenza delle rate della bolletta idrica, giugno ed agosto 2014!!

Ora è chiaro che oltre a non pagare la bolletta che ho appena ricevuto (ma forse è per questo che l’ufficio tributi l’aveva smarrita) mi riservo di verificare le possibilità di un ricorso legale anche in considerazione di tutte le comunicazioni (vedi sotto) con le quali vi ho precedente tenuto “svegli” e delle quali ovviamente nessuno ha tenuto conto.

Infine sono lieto di coinvolgere in questa corrispondenza la redazione di un giornale locale (almeno per ora solamente uno) al quale offro la mia piena disponibilità per ogni chiarimento e che invito a leggere tutte le e-mail sotto riportate così da comprendere appieno l’entità dell’inefficienza che pervade l’attuale amministrazione comunale.

Vi saluto ripensando alla promessa (ancora una volta) non mantenuta del Sig. Sindaco di visitare il territorio abbandonato di Vigna di Valle, apparentemente ancora non sufficientemente pagante (almeno da un punto di vista elettorale).

Ultimi articoli