Anguillara, domenica 2 febbraio torna il Mercato della Terra

67

Si tiene dalle ore 9 alle 14 di domenica 2 febbraio l’ormai tradizionale appuntamento del Mercato della Terra di Anguillara. Presso i locali dell’ex consorzio agrario (via Anguillarese 145) si avrà la possibilità di fare una spesa “buona pulita e giusta”, perché il Mercato della Terra non è un mercato qualunque. È un luogo per fare la spesa, ma soprattutto è il posto giusto per incontrare i produttori. Chiedere loro come mai alcuni prodotti non si trovano sempre sui banchi, informarsi sulla lavorazione del formaggio e sulla differenza tra latte crudo e pastorizzato, sulla spremitura delle olive, sulla lievitazione naturale, sulla molitura dei grani.

Al Mercato della Terra di Anguillara è possibile trovare gli ortaggi coltivati dalle mani sapienti di produttori di agricoltura biologica e biodinamica, oltre alle verdure di stagione di altri coltivatori locali; latte crudo, formaggi, panne cotte, yogurt espressione della locale resistenza casearia da allevamenti bovini, ovini e caprini; pani, biscotti, pizze, dolci, maritozzi; vini, mieli, marmellate, confetture e composte; creme di nocciole, cioccolato e marroni; conserve sottolio, delizie, olii, legumi; farine di grani antichi macinate a pietra. Molti dei prodotti provengono da coltivazione, allevamento, trasformazione biologici.

Tanti gli appuntamenti della giornata
Laboratorio per bambine e bambini, ore 10.30
“Le maschere dell’orto”– a cura di Teatro Helios
(Nella fattoria di Zia Clotilde lo spaventapasseri Mariolo e la mucca Carolina vi aspettano. Ne vedremo delle belle!)
Aperto a bambini dai 4 ai 10 anni. È richiesto un contributo di €3,00 a bambino.

Laboratorio per grandi e piccini, ore 11
“I tozzetti” – a cura di Slow Food Bracciano
È richiesto un contributo di €3,00 per ciascun partecipante.
Necessaria la prenotazione con una mail a info@slowfoodbracciano.it.
Attenzione! Occorre portare con sé il grembiule.

Inoltre sarà possibile visitare dalle 11 alle 13 il Polo Museale Neolitico di Anguillara Sabazia, dove è conservata una piroga di 9,5 metri, piccolo gioiello preistorico, rinvenuto a 12 metri di profondità sui fondali del lago di Bracciano.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui