19 Luglio, 2024
spot_imgspot_img

Ladispoli, consiglio dei giovani modificato per dar più voce ai ragazzi

Riceviamo e pubblichiamo – “Dare voce ai giovani perché siano protagonisti delle scelte per la nostra Ladispoli: è questa la direzione nella quale abbiamo lavorato in questi mesi”. Con queste parole il consigliere delegato alle Politiche giovanili, Riccardo Rosolino, ha commentato l’approvazione, all’unanimità nel Consiglio comunale delle parziali modifiche al Regolamento istituzionale del Consiglio dei giovani approvato con delibera di c.c. n. 51 del 26 giugno 2008.

“Dai vari incontri che ho avuto con i ragazzi e le ragazze della città – ha proseguito Rosolino – è emersa  l’ esigenza di modificare in alcune parti il regolamento del Consiglio dei Giovani per garantire una maggiore partecipazione. Ricostituire il Consiglio dei Giovani è importante per dare a tutti i ragazzi lo strumento giusto per essere partecipi alle vicende cittadine. Per me era un impegno concreto ed è solo il primo passo di un percorso che vedrà le politiche giovanili sempre più protagoniste”.

 Gli articoli del Regolamento ai quali sono state apportate modifiche sono:  1, 2, 3, 13, 16, 20 e 21.

Il Consiglio dei Giovani è un organo democratico in rappresentanza di tutti i giovani tra i 14 ed i 25 anni (l’età minima per poter partecipare passa da 15 a 14 anni e l’età massima che 17 a 25). La composizione del  Consiglio passa da 11 a 21 membri, eletti a suffragio universale diretto, con metodo proporzionale e a scrutinio di lista, da tutti i ragazzi e le ragazze che alla data delle elezioni abbiano compiuto 14 anni e non superato i 25 anni. Possono essere eletti tutti i ragazzi e le ragazze, ne devono far parte almeno un terzo fra i 14 ed i 17 anni.

Sono elettori del Consiglio dei Giovani coloro che, alla data dello svolgimento delle operazioni elettorali, abbiano compiuto 14 anni e siano residenti nel comune di Ladispoli. Nelle liste elettorali deve essere garantito il principio della quota di lista, i candidati di uno stesso sesso non possono superare i  due terzi del totale. Per quanto riguarda le operazioni di voto si può esprimere il voto di lista barrando il simbolo e tracciano due voti di preferenza (uno di genere maschile e uno di genere femminile). Nel caso siano espresse due preferenze per candidati dello stesso genere viene considerata valida solo la prima preferenza.

L’elezione del Consiglio dei Giovani si dovrebbe tenere il 7 maggio.

“Sollecitiamo i giovani  –  ha concluso Rosolino – ad essere sempre più cittadini attivi per contribuire fattivamente alla crescita della nostra città. A breve sarà fissato un nuovo incontro nel quale saranno comunicati tutti gli aggiornamenti e stabilito un cronoprogramma in merito alla costituzione del Consiglio dei Giovani”.

Ultimi articoli