Al “Paciolo” è tempo di una creatività all’insegna della sostenibilità

Gli occhi dei giovani vedono un mondo profondamente diverso da quello che si trovavano ad osservare le precedenti generazioni. Un mondo pieno di opportunità ma velato da una nebbia di contraddizioni. La misura del nostro vivere bene, del nostro essere felici è legata davvero a quello che abbiamo? O piuttosto dipende dalla cura che avremo gli uni degli altri e del pianeta che generosamente e instancabilmente ci ospita?

I giovani sanno andare oltre ogni retorica e sono capaci di rispondere e affrontare le sfide che li attendono.

E lo hanno dimostrato i giovani studenti delle terze A e B indirizzo Amministrazione Finanza e Marketing e 3E indirizzo Sistemi Informativi Aziendali dell’I.I.S. “Luca Paciolo” che durante l’A.S. sono stati i protagonisti del “Progetto Futurità” nell’ambito dei PCTO (ex Alternanza Scuola-Lavoro).

Il progetto di educazione digitale Futurità nasce dalla collaborazione di Intesa Sanpaolo con la piattaforma WeSchool per far conoscere agli studenti delle scuole secondarie di secondo grado l’economia sostenibile e come questa sta cambiando anche il mondo del lavoro. Le attività progettuali hanno visto il coinvolgimento di 170 Istituti scolastici in tutta Italia.

Gli studenti si sono calati nei panni di un fondatore di un social network che ha come priorità la protezione della privacy dei suoi utenti e di un Energy Manager che ha il compito di gestire ciò che riguarda l’energia all’interno di una struttura, fino a scoprire come un motore di ricerca può alimentare la flora dell’Amazzonia. Il progetto è stato pensato anche per orientare le scelte future dei suoi giovani destinatari, scoprendo quali sono le nuove professioni emergenti legate alla green economy e alla trasformazione digitale.

Il progetto si è concluso con un project work realizzato dagli studenti nella veste di Amministratore Delegato di un’azienda finalizzato all’elaborazione di una strategia per affrontare una sfida e rendere più sostenibile la propria azienda.

Tutti i 189 lavori provenienti dalle 170 scuole sono stati valutati da un’apposita giuria e i migliori sono stati premiati con un’opportunità formativa che permetterà loro di mettere in pratica le competenze digitali acquisite sviluppando un chatbot.

E un motivo di grande orgoglio per il Paciolo sta nel fatto che uno dei gruppi della classe 3B indirizzo AFM, coadiuvati dalla tutor scolastica, Prof.ssa Ilenia Menale, è uno dei 5 vincitori, con il project work “Un ufficio adatto a tutti”.

Complimenti a studenti e docenti che si sono impegnati in questa interessante attività.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui