Ladispoli e il capodanno, Gando chiede responsabilità

Fuochi d’artificio e petardi consentiti solo nell’arco temporale compreso tra le 23:30 del 31 dicembre e le 00:30 del 1° gennaio: questo quanto stabilito dall’ordinanza del sindaco Alessandro Grando.

“Mi appello al senso di responsabilità di tutta la cittadinanza – ha commentato il sindaco Grando – affinché si saluti l’arrivo del nuovo anno senza mettere a repentaglio la propria sicurezza e quella degli altri. A livello nazionale, purtroppo, ogni anno si verificano infortuni di grave entità sia alle persone che agli animali. Il nostro pensiero in questo momento deve andare anche alle persone più deboli  e agli effetti negativi che possono causare su di essi i botti di Capodanno. Non dimentichiamo poi gli animali che rischiano di rimanere feriti, o peggio di morire, nel tentativo di fuggire dal pericolo percepito. Colgo l’occasione per rivolgere a tutti i cittadini di Ladispoli i più sentiti auguri di buon anno nuovo”.

L’ordinanza in particolare vieta, ad eccezione dell’orario compreso tra le 23:30 del 31 dicembre e le 00:30 del 1° gennaio, l’accensione ed il lancio di fuochi d’artificio, lo sparo di petardi, lo scoppio di mortaretti, razzi ed altri artifici pirotecnici.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui