Il WWF litorale laziale e l’impegno nella pulizia della costa

105

Il WWF Litorale Laziale ha definito una serie di appuntamenti da maggio a settembre per la pulizia delle nostre coste da nord a sud e invita i cittadini volenterosi e sensibili alla tutela dei beni naturali a partecipare segnalando la propria disponibilità. Il tutto si svolgerà ovviamente nello scrupoloso rispetto delle norme AntiCovid vigenti.

 

E’ stato predisposto un primo calendario di appuntamenti sotto riportato che sarà implementato strada facendo a seconda delle necessità e delle segnalazioni che perverrano dal territorio.

 

Le attività di pulizia dei luoghi naturali, spiagge, boschi, prati, aree verdi in generale, sono sempre bene accolte ed apprezzate, diventando anche occasione preziosa di aggregazione e di condivisione.

 

“Oggi anche a livello individuale – dichiara Maria Gabriella Villani Presidente del WWF Litorale Laziale – possiamo vedere persone impegnate in questo tipo di azione che produce una soddisfazione immediata: rendere di nuovo splendidi ambienti naturali che prima, con la presenza di rifiuti, apparivano degradati. L’azione di rimuovere i rifiuti e soprattutto le plastiche (rifiuti che si degradano in decine, talvolta centinaia, di anni) diventa un momento educativo di grandissima rilevanza. Chi opera ha modo di riflettere sugli oggetti che trova abbandonati e chi osserva dall’esterno viene stimolato a riflettere sul problema della produzione dei rifiuti”.

 

Oggi troviamo nell’ambiente tanto materiale plastico che lasciato a se stesso va a generare le microplastiche, pezzetti di lunghezza non superiore ai 5 millimetri, che possono entrare nei cicli biologici, degli animali marini prima di tutto, entrando poi nella catena alimentare fino ad arrivare all’uomo. Le microplastiche e ancora di più le nano plastiche rappresentano un gravissimo problema ambientale al quale le istituzioni a tutti i livelli sono chiamate a intervenire per porre rimedio in modo efficace e il più veloce possibile. Si è iniziato per ora con i bastoncini dei cotton fioc e con gli shopper. Il percorso deve assolutamente continuare ed allargarsi per contrastare questo dannoso fenomeno.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui