Tuscia, scorie nucleari, arriva la proroga

146

I Comuni avranno più tempo per fare le loro osservazioni sulla mappa delle aree utilizzabili per il deposito delle scorie nucleari: le commissioni Affari costituzionali e Bilancio della Camera hanno approvato un emendamento a firma Fornaro (LeU) che dà 180 giorni, anziché 60, per la consultazione avviata dopo la pubblicazione della carta Cnapi, la Carta Nazionale delle Aree Potenzialmente Idonee a ospitare il Deposito Nazionale e Parco Tecnologico. La richiesta di prorgare i tempi era partita subito dopo la pubblicazione della Carta da parte degli amministratori della Tuscia. In provincia di Viterbo sono 22 i siti individuati per lo stoccaggio delle scorie. Il seminario nazionale, propedeutico all’adozione della nuova carta, si svolgerà invece dopo 240 giorni, anziché dopo 120.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui