Covid-19, MSF: “Astrazeneca pubblichi gli accordi sul vaccino”

3

Dopo l’annuncio di Astrazeneca e dell’Università di Oxford sull’efficacia del loro vaccino, Medici Senza Frontiere (MSF) esprime cauto ottimismo ma avverte soprattutto che un comunicato stampa non è sufficiente per trarre conclusioni.

Di seguito la dichiarazione della dr.ssa Stella Egidi, referente medico di MSF.

“Astrazeneca ha detto che non trarrà profitto dal vaccino durante la pandemia e ha dichiarato prezzi che vanno dai 3 ai 4 dollari per dose, i più bassi annunciati per un potenziale vaccino Covid-19 finora. Ciononostante, l’impegno di AstraZeneca a vendere il vaccino a prezzo di costo durante la pandemia resta una promessa vuota se i termini del brevetto esclusivo tra la società farmaceutica e l’Università di Oxford non saranno resi pubblici. È stato inoltre rivelato come AstraZeneca potrebbe far pagare il vaccino il 20% in più del costo di produzione e si è attribuita il potere di dichiarare la fine della pandemia per luglio 2021. In questo modo, dalla prossima estate, potrebbe applicare qualsiasi prezzo al vaccino interamente finanziato da fondi pubblici. Questi non sono dettagli trascurabili, e al momento non è noto null’altro del contenuto di questo accordo” dichiara la dr.ssa Stella Egidi, referente medico di MSF.

“L’Università di Oxford e AstraZeneca hanno ricevuto più di un miliardo di dollari da fondi pubblici per la ricerca, lo sviluppo e la produzione di questo vaccino. È ora che tutte le informazioni necessarie siano rese pubbliche. Non possiamo più fare affidamento sulle buone intenzioni delle aziende farmaceutiche in questa pandemia – se AstraZeneca si impegna veramente per assicurare un giusto prezzo e un accesso equo al vaccino, deve rendere pubblici e trasparenti tutti i costi di ricerca e sviluppo, test clinici e produzione, oltre a licenze e accordi” conclude Egidi di MSF.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui