Acqua pubblica, comitati pronti alla mobilitazione: ”Via i vertici Talete”

112

”Situazione del servizio idrico intollerabile. Sindaci e presidente della Provincia prendano i giusti provvedimenti”

 

Comunicato del Coordinamento provinciale Comitati per l’acqua pubblica di Viterbo “Non ce la beviamo”

VITERBO – Il Comitato Non ce la Beviamo ribadisce ancora la richiesta di dimissioni del Presidente della Talete Bossola e dell’intero Consiglio di Amm.ne della Talete S.p.a.

La situazione del servizio idrico nel nostro territorio è intollerabile sotto tutti i punti di vista.

Ingiustificati ed esorbitanti aumenti delle tariffe stanno martoriando la popolazione, una gestione economica sempre deficitaria, e una discutibile attenzione alla qualità dell’acqua.

I nostri beni comuni non meritano di essere gestiti in questa maniera.

Anche l’indagine di disastro ambientale che vede coinvolto il Presidente Bossola, allora parte del Consiglio di Amm.ne dell’ACEA ATO2, è notizia che non rasserena il clima.

Esortiamo, pertanto, tutti i Sindaci soci di Talete Spa e il Presidente della Provincia nonché Presidente dell’A.T.O. ad abbandonare l’ immobilismo con cui hanno sempre condotto questa vicenda e a prendere i giusti provvedimenti.

Il Coordinamento Prov.le dei Comitati per l’acqua Pubblica di Viterbo è pronto a mobilitarsi nel caso non vengano prese misure urgenti al riguardo.

Non ce la beviamo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui