Montebello – Dopo quello della Regione Il Sindaco di Bracciano prende un secondo schiaffo dall’Asl

94

Montebello – Dopo quello della Regione

Il Sindaco di Bracciano prende un secondo schiaffo dall’Asl

 

Oggi, 25 giugno 2019, il sindaco di Bracciano, dr. Armando Tondinelli, ha preso, per Montebello, un sonoro schiaffo dall’Asl-rm4. Con documento 106143, l’Asl segnala infatti per la quinta volta (inutilmente!) il mostruoso e intollerabile degrado, in cui versa da troppi anni il Villaggio, benché sia un’opera d’arte moderna per il Beaubourg di Parigi ed abbia la firma dell’archistar Paolo Portoghesi. Il mostruoso degrado, ahinoi!, riguarda proprio le ampie zone di proprietà comunale, diventate immondezzai, con l’incredibile inerzia del Comune nel combatterli. Ciò provoca (dice l’Asl) seri pericoli per la sicurezza e la salute dei Residenti, di cui è responsabile il Comune, ad ogni livello operativo e giuridico.

Questo schiaffo, il secondo in un mese su Montebello, giunge al Sindaco dopo quello appioppatogli dalla Regione Lazio il 28 maggio scorso, con la nomina del Commissario ad acta per quel ristorante, che l’Ufficio tecnico e i Vigili comunali, con atti del 2009 e del 2015, ritengono in larga parte abusivo, oltre che costruito su area pubblica. Senza che il Comune abbia mai compiuto gli atti consequenziali..

Come noto, Asl e Regione sono enti pubblici terzi, che esercitano, a norma di legge, un legittimo ruolo di sorveglianza, tutela e garanzia. Accusarli, come fa il Sindaco per la Regione, di fanta-complotti politici, potrebbe denotare uno scarso senso dello Stato e delle Istituzioni, ancora più inaccettabile in chi milita in un Partito come Fratelli d’Italia, che fa giustamente del senso dello Stato la propria bandiera.

Ecco adesso il testo del documento, scaturito da segnalazione del Comitato Montebello, e ad esso inviato per conoscenza dall’Asl.

Lasciamo ai Lettori ogni ulteriore commento.

“Preso atto (d’una) segnalazione pervenuta in data 16-6-2019, in data 21-6-2019 il Personale Tecnico della Prevenzione dello scrivente Servizio (Asl-rm-4) ha effettuato un sopralluogo igienico-sanitario presso il complesso residenziale Montebello.

“Dal sopralluogo è emersa la presenza di una folta vegetazione spontanea negli spazi comuni ed all’interno di lotti di terreno e fabbricati “tipo garages”, in stato di completo abbandono. Tale situazione rappresenta un habitat naturale per animali potenzialmente pericolosi per la salute pubblica come ratti, rettili, zanzare e può inoltre diventare pericolosa nel periodo estivo a causa del rischio d’incendi.

“Alcuni tratti di strada risultano non asfaltati, creando nugoli di polveri inalabili.

“Lungo le vie del quartiere si è riscontrata la presenza di alberi di pino che necessitano di potatura per scongiurare il rischio di caduta rami.

“L’incolumità dei residenti è inoltre minata dalla presenza di tondini di ferro che fuoriescono dai muri di cemento, non opportunamente segnalati e messi in sicurezza; da lampioni non ancorati al suolo, impianto elettrico e fili della luce non a norma. All’interno del Villaggio Montebello è stata inoltre riscontrata la presenza di tombini infossati, alcuni non protetti ed altri non coperti.

“In via delle Ginestre, a bordo della strada in terra battuta, i tombini di collegamento con la fognatura comunale sono ricoperti da folta vegetazione, di fatto inaccessibili per le opere di manutenzione.

“La situazione sopra descritta è sostanzialmente inalterata a quanto precedentemente segnalato nel corso degli anni da questo Servizio con le comunicazioni (ndr: del 2013, 2014, 2017, 2018), che, ad ogni buon fine, si allegano alla presente, congiuntamente alle ordinanze sindacali anni 2014 e 2018.

“Da quanto riportato si chiede alla S. V. che venga rispettato quanto prescritto dalla ordinanza sindacale n. 168 del 16-10-2018 da parte dei soggetti obbligati, al fine di mettere in atto quanto prima gli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria, atti ad eliminare gli inconvenienti igienico-sanitari ed i possibili rischi per l’incolumità dei residenti.

“Si allega: 1) – nota prot. 46195 del 27-9-2018; 2) nota prot. 33887 del 19-6-2017; 3) – nota prot. 53319 del 6-10-2014; 4) – nota prot. 63062 del 15-11-2013; 5) – ordinanza sindacale n. 114 del 15-7-2014; 6) – ordinanza sindacale n. 168 del 16-10-2018; verbale del 31-1-2019 di accertamento di inottemperanza alla relativa ordinanza. Firmato: Dr.ssa Simona Ursino, Direttore UOC-SISP”.

Bracciano, 25-6-20019.

Il Presidente del Comitato Villaggio Montebello

(Dr. Amedeo Lanucara)

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui