LAGONE

AD ANGUILLARA SABAZIA L’AMMINISTRAZIONE INCREMENTA GLI ORARI DI APERTURA DELL’ISOLA ECOLOGICA E PER L’ESTATE VERRA’ CREATA UNA CORSIA PREFERENZIALE PER GLI SFALCI.

marzo 04
12:06 2019

“Abbiamo lavorato col delegato al ciclo dei rifiuti, il consigliere Silvia Silvestri, per venire incontro alle esigenze della cittadinanza, ed abbiamo raggiunto un accordo con Cosp Tecnoservice, che gestisce ormai da qualche mese la raccolta rifiuti sul nostro territorio, per incrementare l’orario di apertura del Centro Raccolta Comunale.” – dichiara il Sindaco Sabrina Anselmo – “L’analisi effettuata, ha portato a definire una apertura più prolungata dell’Isola Ecologica anche in relazione alla stagione estiva ed a quella invernale, tenendo conto delle effettive ore di luce per consentire un flusso maggiore per i conferimenti”.

“Ricordo ai cittadini di Anguillara Sabazia che solo loro possono conferire al Centro di Raccolta Comunale (o Isola Ecologica) ed in questi ultimi mesi è stato intensificato il sistema di controllo per evitare che ad usufruire del Centro fossero coloro che non ne avevano diritto a discapito dei cittadini, ed operato per aiutare i cittadini stessi a conferire correttamente anche con il lancio dell’APP Junker. Queste operazioni, svolte a tutela di tutta la comunità, hanno portato come risultato una forte riduzione del quantitativo di rifiuto residuo secco che tutti noi paghiamo profumatamente per smaltire, ma hanno purtroppo creato qualche attesa in più all’ingresso di cui ci scusiamo, ma che era volta a tutelare gli interessi di tutti noi. Ora abbiamo intensificato l’orario di apertura e per il periodo estivo creeremo una corsia preferenziale per la sola raccolta sfalci.” – dichiara il consigliere Silvia Silvestri delegata al ciclo dei rifiuti – “Volevo anche comunicare a tutti i cittadini che il Centro di Raccolta Comunale è disciplinato dalla legge e precisamente dal Decreto Ministeriale dell’8 aprile 2008 che al comma 5 dell’art. 6 specifica che devono essere adottate procedure di contabilizzazione dei rifiuti in ingresso e in uscita al fine della impostazione dei bilanci di massa, attraverso la compilazione di una scheda numerata progressivamente e conforme ai modelli allegati, in cui devono essere indicati a cura degli addetti al centro di raccolta i quantitativi delle diverse tipologie di rifiuti conferiti al centro ed i quantitativi di quelli inviati a recupero o smaltimento. Inoltre, così come i formulari di identificazione del rifiuto ed il Modello Unico di Dichiarazione ambientale (meglio conosciuto come MUD) anche le suddette schede devono essere in formato cartaceo e firmate dagli addetti. Non c’è quindi alcuna volontà persecutoria o incapacità amministrativa di alcun tipo nella prassi della compilazione cartacea delle schede ma solo l’applicazione della legge.”

Share

0 commenti

Nessun commento ancora!

There are no comments at the moment, do you want to add one?

Scrivi un commento

Scrivi un commento

La tua e-mail non verrà pubblicata.
I campi obbligatori sono segnati *

LEGGI IL NUMERO DI GIUGNO 2019!

Iscriviti alla Newsletter!