LAGONE

Canale, Manziana e Oriolo tra i maggiori “Comuni ricicloni”

Canale, Manziana e Oriolo tra i maggiori “Comuni ricicloni”
febbraio 17
09:58 2019

Bene anche Vejano: i dati di Ispra e Legambiente premiano i Comuni del comprensorio sabatino

È nuovamente Capranica (80.4%) il comune della provincia di Viterbo che differenzia meglio di tutti. A certificarlo è il catasto nazionale dei rifiuti dell’Ispra, nel documento redatto da ‘Legambiente’ e presentato a dicembre (con dati che analizzano tutto l’andamento del 2017). Ma subito dietro si piazza Oriolo Romano – primo tra i comuni con meno di 5000 abitanti della provincia – con il 77.3%, salito di poco rispetto all’anno precedente, ma pur sempre in crescita, che in ogni caso testimonia l’efficienza del sistema di raccolta dei rifiuti del Comune. In una nota ufficiale del Comune esprime soddisfazione il sindaco Emanuele Rallo e parla di progetti futuri: «Grazie a un finanziamento regionale nel corso del 2019 attiveremo una nuova compostiera di comunità e provvederemo a consegnare nuove compostiere più semplici ed efficaci. Sempre grazie a un finanziamento regionale, nel corso dell’anno avvieremo la realizzazione di una nuova isola ecologica più vicina, in modo da superare le difficoltà logistiche legate alla posizione di San Baccano».
E tra i “Comuni ricicloni” ossia quelli che vengono premiati da Legambiente in quanto hanno varcato la soglia del 65% di raccolta differenziata, troviamo anche Manziana, con il 74,8%, e qui torniamo ai paesi con più di 5000 abitanti e ci siamo spostati nella provincia di Roma.
Sempre in provincia e fresca di premiazione tra i “ricicloni” (è in terza posizione tra i comuni sotto i 5.000 abitanti), troviamo Canale Monterano, che per il 2018 ha raggiunto un indice di differenziazione di circa l’80,6%. In quell’occasione il sindaco Alessandro Bettarelli ebbe a dire: «Il risultato di Canale impressiona perché in due anni e mezzo siamo passati dal 62% del 2015 al 78,7% del 2017, percentuale di differenziazione che per il 2018 si prevede ancora in aumento. Ma se tanto è stato fatto, tanto rimane da fare». Ma la strada sembra quella giusta.
A Vejano, invece, è cambiata l’impresa che fa il servizio raccolta rifiuti: finita l’esperienza con ‘Tac Ecologica’ (che era in scadenza) è stato fatto un bando di gara vinto dalla “29 Giugno”, che da luglio ha cominciato ad operare. «Gli ultimi dati di cui disponiamo, che sono quelli che vanno da luglio a settembre, ci dicono che abbiamo superato il 70% di raccolta differenziata. L’obiettivo, poi, è sempre quello di migliorare», a parlare è il vicesindaco Franco Pietrini. «La regolamentazione con questa nuova cooperativa è diversa da quella precedente e grazie a delle convenzioni con i centri di raccolta siamo riusciti ad aumentare la percentuale di differenziata» conclude.

Share

0 commenti

Nessun commento ancora!

There are no comments at the moment, do you want to add one?

Scrivi un commento

Scrivi un commento

La tua e-mail non verrà pubblicata.
I campi obbligatori sono segnati *