LAGONE

Bracciano, scoppia la polemica sulla manifestazione del 23 Febbraio: Tondinelli attacca, gli organizzatori rispondono

Bracciano, scoppia la polemica sulla manifestazione del 23 Febbraio: Tondinelli attacca, gli organizzatori rispondono
febbraio 14
20:24 2019

La manifestazione del 13 Febbraio contro l’amministrazione Tondinelli, per la sua formula “popolare” innesca una polemica tra il sindaco e gli organizzatori: così il sindaco in una nota:
“Davvero un tempismo perfetto per organizzare una “manifestazione popolare” per lamentare principalmente problemi di viabilità stradale e sicurezza. La pseudo protesta messa in piedi da qualche componente dell’opposizione in affanno, regista non troppo occulto, arriva nel periodo di maggior lavoro da parte dell’Amministrazione di Bracciano che dopo aver salvato il Comune dal dissesto finanziario asfalta, pulisce e mette in sicurezza ben 28 strade (oltre quattro già asfaltate) che versano in cattive condizioni.

Quando la città andava a rotoli e abbiamo dovuto mettere le toppe ai danni del passato nessuno ha alzato la voce mentre adesso pur di non finire nel dimenticatoio e distogliere pochi nostalgici di un era buia per Bracciano si organizza una specie di protesta che non porterà a nulla. Dov’erano queste persone quando il Pd mandava il Comune in predissesto con un debito di oltre 9 milioni di euro ridotto dalla nostra amministrazione di oltre il 43% in soli 18 mesi come certificato dalla Corte dei Conti a sezioni riunite?Sinceramente ci viene da sorridere. Ci siamo sforzati ad interrogarci sui motivi che hanno spinto pochi signori in cerca d’autore a manifestare ma sinceramente non abbiamo trovato motivazioni valide se non la semplice constatazione che a Bracciano i vecchi personaggi della politica tentano di restare a galla sebbene non abbiamo più argomenti credibili per trascinare la cittadinanza in iniziative cieche e senza prospettive.Qualcuno ha provato anche a citare il teatro dell’assurdo ed è finito col collezionare figuracce. Ora provano a sbracciarsi pur consapevoli di non avere consenso. Che i cittadini andassero a vedere quali personaggi sono tra i promotori dell’iniziativa del 23 febbraio, persone che hanno portato alla rovina Bracciano. Forse il fatto che verranno sistemate e asfaltate le nostre strade (asfaltatura vera e non rattoppi) infastidisce più di qualcuno che si è unito ad altri personaggi in ombra per darsi un senso. Ma loro non hanno la credibilità per promettere impegni che non hanno mai mantenuto.

Per noi però, tutto questo è un segnale forte e chiaro che ci fa capire che stiamo facendo bene e stiamo facendo tanto. Ad un Hastag devastante proponiamo la condivisione di un motto positivo: #braccianononmanifestaBracciano non manifesta perché pensa a lavorare. Noi vi presentiamo intanto un reportage con tutte le immagini della prima fase di pulizia di alcune strade alla quale seguiranno il resto dei lavori programmati.

Ricordiamo che abbiamo stanziato ben 730 mila euro per le strade di Bracciano. Quanti anni erano che non si sistemavano? Noi vogliamo condividere con la cittadinanza il piano di lavori che verranno fatti sulle strade di Bracciano ed è per questo che intendiamo aggiornarvi costantemente su quello che succede.La nostra politica del fare è ben diversa da chi manifesta senza prospettiva ne futuro positivo per Bracciano. È troppo facile fare la parte di chi critica e non agisce. Noi siamo per Bracciano e con Bracciano, sempre!”.

Non tarda ad arrivare la replica di due degli organizzatori:

“Al Sindaco di Bracciano
Dott. Armando Tondinelli
Bracciano 14 Febbraio 2019
Gentile Sig. Sindaco, leggiamo il suo lungo comunicato con un certo stupore dal momento che lei ha sempre dichiarato di voler amministrare rispettando i principi democratici e favorendo l’ascolto di tutti i cittadini anche di quelli che non l’hanno votata.
Scoprire che lei identifica dei liberi cittadini con dei nostalgici della vecchia amministrazione e manovrati da chissà chi, ci lascia basiti, dovrebbe invece chiedersi perché molti di noi non credono più alle sue promesse a distanza di quasi 3 anni dalla sua elezione, pur avendola votata, dato che la situazione del degrado che ci circonda non è minimamente cambiata e a poco valgono le sue esternazioni sul pareggio di bilancio, attendiamo ancora di conoscere la sentenza definitiva .
Le ricordiamo che i fondi che lei propaganda di utilizzare oggi come una grande conquista erano già disponibili nel 2016 per un mutuo della Cassa depositi e
prestiti e non si comprende come lei abbia potuto attendere tutto questo tempo prima di utilizzarli, senza preoccuparsi minimamente dei danni subiti anche fisici dai suoi concittadini nel frattempo a causa delle voragini presenti nel manto stradale. Per quanto riguarda le modalità per la raccolta dei rifiuti, che è stata gestita in modo caotico e non professionale, i cittadini sono ancora in attesa di ricevere istruzioni chiare nonostante il vostro tentativo di apportare delle modifiche solo dopo le loro legittime proteste.
Vede, un Sindaco democratico avrebbe invitato il coordinamento ad un incontro, anziché tuonare e dare etichette ai cittadini, e in quell’occasione avrebbe ascoltato consigli e suggerimenti per il miglioramento della città. Lei invece che, democratico proprio non è, ha preferito offenderci e far emergere la sua intolleranza verso coloro che democraticamente esprimono il proprio dissenso nei confronti della sua amministrazione. Invece di indire proclami si preoccupi di dare risposte concrete sul degrado del centro storico, sulla difficile situazione delle attività commerciali del centro urbano, utilizzi la sua autorevolezza obbligando le forze dell’ordine ad essere presenti nel week end per contrastare atti che danneggiano la cosa pubblica e privata, potenzi la polizia urbana affinché sia in grado di svolgere professionalmente le proprie funzioni, si occupi di mettere in sicurezza l’Auditorium, gli impianti sportivi, il nuovo Centro Civico che sta marcendo e il centro anziani, insomma faccia finalmente il Sindaco di tutti i cittadini perché è lei che sta perdendo la faccia, noi proseguiamo per la nostra strada sempre rispettando le regole, dato che questo è il nostro concetto di democrazia, compreso quello di manifestare liberamente e senza condizionamenti. Cordialmente
Barbara Parsi
Gioacchino Gruppo”

Share

0 commenti

Nessun commento ancora!

There are no comments at the moment, do you want to add one?

Scrivi un commento

Scrivi un commento

La tua e-mail non verrà pubblicata.
I campi obbligatori sono segnati *