LAGONE

ALLA CORRADO MELONE IN SEZIONE D LETTORI NON SI NASCE, SI DIVENTA

ALLA CORRADO MELONE IN SEZIONE D LETTORI NON SI NASCE, SI DIVENTA
febbraio 08
09:41 2019

Prosegue l’iniziativa dell’I.C. che fa leggere fiabe ai suoi bambini da parte di personalità cittadine. Finora hanno letto le fiabe don Alberto, il comandante della GDF, i genitori ed alcuni professori, presto verranno il Sindaco, il comandante dei Carabinieri e il comandante dei Vigili.

Il Natale tramonta e reca in dono un nuovo anno che dispiega le sue ali e si stiracchia donandosi al Mondo nel suo splendore, nel freddo rigido di gennaio mostra fiero i suoi gioielli più preziosi: il vento fresco e profumato, la pioggia ristoratrice, il sole luminoso ma ancora un po’ freddino, ognuno estasiato da cotanta poesia si lascia ispirare, dà fondo ai buoni propositi, si dice sarò migliore, più paziente, conciliante ed amorevole, in un clima di così fattiva esaltazione potevano mancare all’appello quelli della sezione D? Certamente no!
La Melone dopo aver riposto i campanellini e le lucine di un meraviglioso Natale riprende le sue attività alacremente, si riparte rafforzati dai suddetti eccellenti propositi, la nostra sezione sembra una fucina, l’aria che si respira è pregna di voglia di fare, in questo clima di gioiosa attesa riprende il via il progetto di promozione della lettura: riapre la biblioteca di sezione con il gioco del prestito; ciascuno in buon ordine si propone per accaparrarsi il libro più bello della collezione, anche se in fondo i libri dispensano magia e per questo sono tutti ugualmente meravigliosi, la biblioteca comunale “Impastato” ci invita ad un evento veramente coinvolgente, ed è a questo punto che le maestre decidono che è giunto il momento di calare gli assi che si riservavano nelle maniche: riprende il percorso di lettura, l’allora progetto “ti leggo una storia in sezione” si arricchisce di nuovi spunti e diventa “lettori non si nasce, si diventa” perché badate bene come diciamo noi della sezione D “i genitori ti insegnano ad amare, ridere e correre… i libri a volare”.
Lanciato il sasso nello stagno le onde prodotte si allargano rapidamente in spire agitando la superficie, tutti vogliono partecipare! I genitori si prenotano per guidarci attraverso mondi di pirati e di fatine, fra girotondi di animaletti o sulle tracce di Peter Pan, tutti vogliono contribuire per annullare la forza di gravità e togliere gli ormeggi alla nostra fantasia, anche tanti signori che lavorano a Ladispoli per rendere la nostra vita fantastica e sicura hanno accolto con gioia il nostro invito.
Il primo a prenderci per mano in questo viaggio è il nostro caro Preside Agresti che, con il suo stile dolce e delicato, ha voluto dipingere per noi il mondo del “Brutto anatroccolo”; in un lampo si accende la fantasia e ci ritroviamo scodinzolanti a condividere i guai e le gioie del giovane palmipede, prima di andar via poi ci regala un meraviglioso libro su cui lascia la sua dedica arricchendo la nostra collezione, ma questo sarà un prezioso cimelio da conservare con cura…
… uffa che pizza maestra mi sa che ti sei lasciata prendere troppo la mano dalla narrazione adesso spiego un pochino io:
Giovedì 31 gennaio è giunto in sezione un signore con la barba vestito di tutto punto con una divisa grigia, i più piccolini si sono un pochino intimiditi, ma i più grandi hanno riconosciuto la divisa ed in coro hanno gridato: ”è quella della Guardia di Finanza, proprio come il nostro amico Antonino!” Lo abbiamo accolto come si conviene intonando il nostro meraviglioso “Inno di Mameli” a cui con grande passione si è unito anche il nostro ospite, superato così il primo momento d’imbarazzo questo signore sorridente si è presentato: è il Capitano Francesco Melaragni nuovo Comandante della Guardia di Finanza di Ladispoli, è bastato veramente un attimo a che il fiero Comandante si calasse perfettamente nei panni del nostro nuovo amico Francesco e si lasciasse “sezione Dizzare”. Come al solito in un battibaleno sono crollati gli imbarazzi lasciando campo libero al nostro incontenibile entusiasmo: c’è chi gli ha voluto dare la mano, chi lo abbracciava candidamente e chi, come me, ha cominciato a tempestarlo di mille domande, le maestre, come loro solito, hanno saputo indirizzare questa baraonda di emozioni trasformandole in una intervista divertentissima; avreste dovuto vedere Francesco sghignazzare fra una domanda e l’altra e poi rispondere impettito a tutte le nostre curiosità. A questo punto si è deciso che fosse giunto il momento della lettura, ciascuno ha placato i propri entusiasmi ed ha preso posto sulla propria sedia in silenzio pronto a godere del momento. Con accurate pennellate si è materializzato davanti ai nostri occhi il mondo del perfido Barbablù, ma tanto chi ha paura? Ci tiene per mano il nostro amico Francesco e ci protegge lui dai cattivoni! La lettura è stata proprio avvincente e Francesco un’ottima guida ed un ospite eccellente, anche lui ci ha voluto lasciare un segno tangibile del suo passaggio regalandoci dei meravigliosi temperamatite e gomme griffate Guardia di Finanza oltre ad un calendario che ci illustra il preziosissimo lavoro che ogni giorno questi uomini di grigio vestito fanno per rendere l’Italia il meraviglioso luogo in cui viviamo.
Non vi nego che al saluto qualche lacrimuccia ha fatto capolino negli occhi di qualcuno, ma la promessa di un nuovo incontro e la certezza di aver acquisito un nuovo amico ci gonfia tutt’ora il petto di orgoglio.

Anna Maria De Biasio I.C. “Corrado Melone” di Ladispoli Scuola dell’infanzia – Sezione D

Share

0 commenti

Nessun commento ancora!

There are no comments at the moment, do you want to add one?

Scrivi un commento

Scrivi un commento

La tua e-mail non verrà pubblicata.
I campi obbligatori sono segnati *

LEGGI IL NUMERO DI GIUGNO 2019!

Iscriviti alla Newsletter!