LAGONE

CANALE MONTERANO SI PREPARA AD ACCOGLIERE I BAMBINI SAHARAWI

CANALE MONTERANO SI PREPARA AD ACCOGLIERE I BAMBINI SAHARAWI
luglio 04
16:58 2018

Tutto pronto a Canale per l’arrivo di un gruppo di 10 bambini Saharawi di circa 10 anni con due accompagnatori, che dal 7 al 18 luglio saranno ospiti del Comune. Per loro sarà messa a disposizione la Guest House comunale, locale recentemente ristrutturato e messo a disposizione proprio di iniziative come questa.

Quella di Canale è la prima tappa di un soggiorno che si protrarrà fino a fine agosto, passando per vari paesi del Lazio (Soriano al Cimino, Orte, Trevignano Romano, Rignano e Anguillara Sabazia).

Lunedì sera, presso il teatro comunale è andato intanto in scena lo spettacolo “Mettiti nei tuoi Panni“, di Tiziana Biscontini, proprio per raccogliere fondi a favore di questi piccoli ospiti, con una sala gremita oltre ogni previsione.

I bambini, nei primi giorni dall’arrivo, verranno sottoposti ad analisi mediche di base presso l’ospedale San Pio di Bracciano; nonché a visite specialistiche, laddove si rendano necessarie, fatte da medici volontari che operano in strutture pubbliche.

Oltre a questo aspetto, molto importante, c’è quello più ludico e sociale che consentirà ai piccoli ospiti di conoscere i nostri  usi e  costumi. Il filo conduttore del soggiorno prevede dunque attività di inclusione e confronto fra bambini saharawi ed italiani. Per questo saranno coinvolte associazioni locali (sportive, culturali, parrocchiali, etc) e singoli cittadini che metteranno a disposizione le loro competenze e il loro tempo per trascorrere insieme le giornate del soggiorno.

Un ruolo attivo lo svolgeranno anche i commercianti con la fornitura gratuita di prodotti e servizi.

“Si può affermare con certezza – commenta Vilma Piccioni, Assessore alle Politiche Sociali di Canale – che questa esperienza rimarrà scolpita per sempre nella memoria dei bambini ospiti, ma, allo stesso tempo,  produrrà  anche sulla nostra comunità una riflessione sui temi dell’inclusione e del confronto. Temi che, in questo periodo storico,  vanno approfonditi e fatti capire con poche parole e tanti fatti concreti.”

Share

0 commenti

Nessun commento ancora!

There are no comments at the moment, do you want to add one?

Scrivi un commento

Scrivi un commento

La tua e-mail non verrà pubblicata.
I campi obbligatori sono segnati *

LEGGI QUI IL NUMERO DI GIUGNO 2018!

Iscriviti alla Newsletter!