LAGONE

Manziana: dal 6 Dicembre al via l’inserimento dei tag utili all’introduzione della tariffa puntuale

Manziana: dal 6 Dicembre al via l’inserimento dei tag utili all’introduzione della tariffa puntuale
novembre 27
12:01 2017
Da mercoledì 6 dicembre 2017 gli operatori del consorzio Il Pellicano inizieranno il processo di inserimento in ogni mastello dell’indifferenziato (contenitore grigio) del tag identificativo dell’utenza che servirà in seguito a misurare il volume del rifiuto prodotto, in vista dell’avvio effettivo della sperimentazione della tariffazione puntuale.
Gli operatori, muniti di tesserino di riconoscimento, passeranno casa per casa e provvederanno ad inserire i dati identificativi che poi verranno incrociati con quelli presenti nel database comunale. Saranno richiesti: codice fiscale della persona a cui è intestata l’utenza, il numero dei componenti del nucleo famigliare e i metri quadrati dell’abitazione.
A coloro che non verranno trovati in casa sarà lasciato un biglietto nella cassetta della posta e dovranno poi personalmente recarsi presso lo sportello rifiuti di Largo G.Fara, portando con sé il mastello grigio (ricordiamo che lo sportello è aperto il martedì e il giovedì dalle 15 alle 17 e il sabato dalle 10 alle 13).
L’applicazione dei tag sui mastelli del rifiuto indifferenziato inizierà in maniera progressiva e si dovrebbe concludere, salvo imprevisti rallentamenti, entro la metà di gennaio 2018. Finita questa prima fase e a fare data dalla prima lettura effettiva dei tag, inizierà il conteggio effettivo dei conferimenti e delle esposizioni.
Il ritardo con il quale sta iniziando l’introduzione del sistema di lettura puntuale è dovuto principalmente alla difficoltà avuta nella sperimentazione del trasferimento dati del programma di lettura. Inoltre si attendeva, vista l’interrogazione Parlamentare dello scorso 18 ottobre, l’emanazione di un documento esplicativo in merito alla corretta applicazione della tariffa puntuale. Ricevuto il chiarimento da parte del MEF – Dipartimento delle Finanze del Ministero dell’Economia, si è potuto quindi riprogrammare il sistema informatico di lettura tag, in rispondenza a quanto previsto dalla normativa.
In attesa di ulteriori incontri informativi di cui prossimamente verranno rese note le date, si ripropone quanto già comunicato la scorsa primavera, arricchito di ulteriori informazioni:
In cosa consiste la nuova tariffazione puntuale?
Il principio è semplice: chi più differenza, meno paga. La tariffa sarà articolata in tre macro voci (fermo restando le percentuali che vengono trattenute dalla Città metropolitana e dallo Stato centrale che non possono essere modificate in alcun modo dall’Amministrazione Comunale): metri quadrati, numero dei componenti e, appunto, volume di rifiuto indifferenziato prodotto. I nuclei famigliari che produrranno un minore quantitativo di indifferenziato saranno quindi premiati con una tariffazione più bassa rispetto a chi, invece, produrrà grandi quantità di rifiuto non differenziato.
Per la buona riuscita di questo esperimento, previsto comunque dalla legge come naturale prosecuzione del percorso iniziato con la raccolta differenziata porta a porta, è come sempre richiesta e indispensabile la collaborazione dei Cittadini: i contenitori, infatti, (sui quali è consigliato scrivere con un pennarello il proprio nominativo e/o l’indirizzo di riferimento) dovranno essere esposti esclusivamente se pieni e non sarà possibile lasciare fuori dalle proprie abitazioni altre buste di indifferenziato.
Infatti, uno dei criteri che aiuteranno a calcolare la tariffa da applicare, sarà anche il numero dei ritiri annuali fatti: di base, in questa prima fase sperimentale, verrà comunque calcolato almeno un ritiro al mese per ogni persona facente parte del nucleo famigliare collegato all’utenza (per esempio: un nucleo famigliare di una persona avrà inclusa in bolletta una base di 12 ritiri annui, un nucleo famigliare di tre persone invece di 36 ritiri e così via).
Questo per evitare la spiacevole situazione, spesso ricorrente soprattutto nel primo periodo di transizione, dell’aumento dell’abbandono stradale dei rifiuti o dell’inserimento all’interno degli altri mastelli di altre frazioni di rifiuto indifferenziato per ottenere uno sconto che però, raggiunto in questo modo, non solo andrebbe a vanificare gli sforzi fatti nel differenziare i rifiuti ma anzi andrebbe a raddoppiare i costi di gestione del servizio.
I Cittadini che, dopo l’introduzione della tariffazione puntuale, avranno necessità di conferire il rifiuto indifferenziato direttamente presso il centro raccolta rifiuti di Via Canale dovranno farlo portando con sé il proprio mastello grigio, permettendo così all’operatore di effettuare il riconoscimento e l’addebito dello svuotamento.
I rifiuti ingombranti, appartenendo ad una diversa categoria di rifiuto, saranno conferiti, come avviene anche oggi, direttamente dall’utente presso l’isola ecologica nelle modalità consuete, salvo richiesta di ritiro a domicilio (ricordiamo in questo caso che il servizio è a pagamento e da richiedere al numero 3249993970).
Si ricorda infine che la nuova tariffazione permetterà in un certo modo anche di contrastare in maniera più efficace l’evasione che ricade sull’intera Cittadinanza ed in particolare, purtroppo, su chi è regolare nei pagamenti: la legge, infatti, stabilisce che il costo del servizio debba essere sempre e comunque coperto per intero. Grazie alla tariffazione puntuale e all’apposizione dei tag sarà molto più semplice andare ad incidere su chi realmente non paga.
Share

0 commenti

Nessun commento ancora!

There are no comments at the moment, do you want to add one?

Scrivi un commento

Scrivi un commento

La tua e-mail non verrà pubblicata.
I campi obbligatori sono segnati *

LEGGI QUI IL NUMERO DI NOVEMBRE 2017!

Iscriviti alla Newsletter!