Progetto “CustoDIRE Vicarello”, ultimi giorni per votare

185

Entro le ore 18.00 del 30 Marzo si può ancora votare su internet il progetto “custoDire Vicarello”, presentato all’iniziativa di finanziamento AVIVA COMMUNITY FUND. Ideato dall’Associazione Laboratorio HSL di Trevignano, il progetto “custoDIRE Vicarello” propone un percorso di recupero e valorizzazione della importante area archeologica di Vicarello, uno dei luoghi storici più rappresentativi del territorio Sabatino. Il progetto ha il sostegno di molti cittadini e associazioni locali, come la Forum Clodii di Bracciano.

Votare è facile: basta registrarsi su community-fund-italia.aviva.com (anche attraverso Facebook), inserire il nome Vicarello nei campo di ricerca, e assegnare 10 punti al progetto “custoDIRE Vicarello”, entro le ore 18.00 del 30 Marzo.

La competizione per ottenere il finanziamento della AVIVA COMMUNITY FUND è molto forte. Sono più di mille i progetti presentati in diversi settori e livelli di finanziamento. Il progetto “custoDIRE Vicarello” risulta tra i più votati nel settore della tutela del territorio, con quasi 10,000 voti. Ma serve un grande sforzo finale per riuscire a passare alla fase di selezione finale.

Il progetto “custoDIRE Vicarello” propone di riqualificare la zona archeologica termale di Vicarello, un’area di elevato valore storico, archeologico e paesistico, ad oggi in stato di abbandono. Nel I secolo d.C. l’imperatore Domiziano fece avviare a Vicarello un imponente intervento architettonico, che comprendeva la realizzazione di una vasta villa imperiale, articolata in almeno tre corpi di fabbrica principali: una residenza privata dominante il bacino lacustre, un impianto termale, un imponente palazzo di rappresentanza. Nella metà dell’Ottocento nella fenditura rocciosa della sorgente termale vennero recuperati importanti manufatti (tra cui i famosi vasi e bicchieri di Vicarello, oggi custoditi al Museo Nazionale Romano di Palazzo Massimo a Roma e in vari musei nel mondo) che testimoniano una frequentazione ininterrotta dell’area sacra termale a partire dal Neolitico.

L’obiettivo del progetto “custoDIRE Vicarello” è di bonificare il sito archeologico e le aree adiacenti per favorire un percorso di recupero, promozione e fruizione del luogo. Allo stato attuale, infatti, l’area versa in condizioni di assoluto degrado: la vegetazione infestante rende impossibile l’accesso all’area, la mancanza di adeguate indicazioni e pannelli informativi non favorisce la comprensione del patrimonio esistente e la totale assenza di servizi esclude il sito dai percorsi turistici del comprensorio del Lago di Bracciano. Le difficoltà di accesso alla zona sono percepite con disagio dai cittadini dei comuni di Bracciano e di Trevignano Romano: la storia delle due comunità risulta, infatti, strettamente intrecciata a quella di Vicarello fino agli anni 70, per motivi economici, culturali e identitari. Tutto ciò assegna al progetto una forte valenza di utilità sociale, oltre che culturale.

L’obiettivo del progetto custoDIRE Vicarello è quello di avviare un processo di riavvicinamento e conoscenza di Vicarello, per generare un impatto positivo sulla comunità e favorire occasioni di studio della storia locale e opportunità di valorizzazione del patrimonio culturale. Rendere nuovamente accessibile l’area archeologica di Vicarello permetterebbe di incentivare i cittadini e i turisti a riscoprire la ricchezza di questi luoghi. Nel progetto si prevede, quindi, la pulizia e la bonifica dell’area archeologica e delle adiacenze, che verrà effettuata con il coordinamento di specialisti nel restauro e nella conservazione dei beni culturali, e l’installazione di pannelli informativi. Al progetto di riqualificazione dell’area archeologica verrà affiancato un percorso formativo di studio rivolto agli alunni degli istituti scolastici di vario grado della zona, che hanno aderito come partner al progetto: questi ultimi si impegnano ad adottare l’area archeologica nell’ambito del progetto “Le scuole adottano un monumento” e a collaborare con l’associazione per il suo mantenimento e valorizzazione.

Il progetto è solo il primo passo di un percorso di valorizzazione dell’area di Vicarello: una volta bonificata l’area verranno organizzati convegni e visite guidate, già in progettazione con la collaborazione delle associazioni Forum Clodii di Bracciano, e Laboratorio HSL e Lagoinrete di Trevignano Romano.

Vicarello FB

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui