Bracciano, da settembre 2017 corsi serali per adulti e lavorativi al “Paciolo”

335

 

L’istituto “Luca Paciolo” di Bracciano si segnala per una nuova, meritevole iniziativa. A partire dal prossimo settembre 2017, infatti, avranno ufficialmente inizio i corsi serali per adulti.

Ma procediamo con ordine. L’idea di istituire dei corsi serali presso il “Paciolo” nasce già diversi anni fa, ma per diverse ragioni il progetto non è stato mai realizzato. Fino ad oggi. Ma scopriamo come si è proceduto direttamente dalle parole del dirigente scolastico Stefania Chimienti. “Sono davvero orgogliosa del risultato ottenuto. Risultato che è il frutto di un lungo e fattivo lavoro di squadra”.

“Prima di tutto abbiamo organizzato un gruppo di lavoro a cui hanno partecipato, oltre ai miei collaboratori, professori Stefano Mura e Rocco Freda, la prof.ssa Rosa Sciamanna e il prof. Andrea Bussoletti, autori dello studio di fattibilità su cui si è basata la richiesta di attivazione del corso serale. I docenti hanno utilizzato, a supporto della richiesta di attivazione, di una statistica elaborata lo scorso anno scolastico dalla classe III E (seguita dalla professoressa Giorgetti) nell’ambito di un progetto di impresa formativa simulata. In questo studio, i ragazzi hanno analizzato diversi dati, tra cui il numero di diplomati e di persone con la licenza media presenti sul territorio. La richiesta di attivazione è stata quindi inviata al Dipartimento VIII della Città Metropolitana di Roma Capitale che, nell’ambito delle conferenze di servizio con gli Enti Locali, i sindacati e l’Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio, ha formulato la proposta di dimensionamento della rete scolastica della provincia di Roma per l’anno scolastico 2017-18, approvata poi dalla Giunta Regionale del Lazio. Ovviamente sono numerosi gli Istituti che hanno avanzato la stessa richiesta, ma in tutta la provincia di Roma si possono contare solo sei Istituti che hanno ottenuto l’attivazione di un corso serale per adulti e lavoratori, cinque dei quali ad indirizzo alberghiero ed uno ad indirizzo industriale. Conseguentemente, il “Paciolo” risulta essere l’unico Istituto Superiore ad aver ottenuto un corso serale ad indirizzo Amministrazione, Finanza e Marketing. Con la frequenza di questi corsi, totalmente gratuita in quanto offerta da una scuola statale, adulti e lavoratori, alla fine del percorso scolastico, potranno conseguire un diploma di esperto in Amministrazione, Finanza e Marketing (ex ragioniere/perito tecnico-commerciale). Le iscrizioni per l’anno scolastico 2017-18 rimarranno aperte sino alla fine dell’anno in corso. Gli interessati potranno rivolgersi alla segreteria didattica dell’Istituto sita nella sede centrale di via Piave. Gli iscritti saranno poi convocati per sostenere un colloquio volto a valutarne le competenze formali e non formali, acquisite in ambito scolastico, nonché quelle maturate nell’arco della propria vita in contesti diversi. Sarà pertanto possibile accedere direttamente al triennio. L’orario delle lezioni, che termineranno non più tardi delle 22.30, risulterà ridotto rispetto al piano di studi previsto per gli alunni del diurno. I corsi serali sono di norma frequentati sia da coloro che vogliono conseguire un primo diploma, sia da persone già in possesso di un titolo di studio che hanno necessità di una riconversione professionale. Riteniamo che questa conquista sia molto importante per il territorio. Le nostre finalità sono state condivise dal Sindaco Tondinelli che ha controfirmato la richiesta di attivazione del corso”.

Queste le parole della professoressa Chimienti, raccolte in un ufficio in continuo fermento, nel quale lei ed i suoi collaboratori lavorano contemporaneamente su più fronti. Un team multitasking davvero efficiente.

A questo punto ho la possibilità di raccogliere anche la testimonianza del vice preside, il professor Stefano Mura, che tiene in particolar modo a sottolineare il valore sociale dell’iniziativa.

“La mission del Paciolo è recuperare chi è uscito dal ciclo degli studi. Pensiamo a coloro che hanno dovuto lavorare sin da giovanissimi, a chi ha avuto disagi in famiglia, alle donne che si sono sposate presto, agli adulti che hanno dovuto abbandonare gli studi per ragioni economiche. A tutte queste persone va offerta una seconda opportunità, un’occasione di riscatto personale, prima ancora che  lavorativa. Il nostro obiettivo principale è quello di combattere la dispersione scolastica, valorizzando il capitale umano del nostro territorio.”

Quindi, a partire dal prossimo settembre, il già ampio e variegato panorama scolastico del nostro territorio si arricchirà di una nuova, importante realtà, volta ad offrire una seconda chance a chi pensava di aver perso quel treno per sempre.

Monia Guredda

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui