Trevignano, Matteo Marconi: “Escludiamo commissariamento Circolo PD”

98

Il PD di Trevignano esce da una campagna elettorale difficile, con lacerazioni interne, toni spesso durissimi e un risultato elettorale che lascia l’amaro in bocca: solo 28 voti di differenza tra le due liste civiche, “Costruiamo il domani” e “Chi ama Trevignano”, che ha vinto.

Ne parliamo con Matteo Marconi, segretario del Circolo PD, che smentisce subito le voci di commissariamento del Circolo e sottolinea come i consiglieri eletti col maggior numero di preferenze (nell’ordine, egli stesso, Giuliana Ledovi e Andrea Luciani), siano tutti iscritti al PD e candidati con la lista “Costruiamo il domani”, ora all’opposizione.

«Dopo questa campagna elettorale così accesa, ci auguriamo che la passione e l’impegno politico che siamo riusciti a suscitare in paese non vadano dispersi» ci dice ancora Marconi. «Se durante l’intero mandato amministrativo la cittadinanza trevignanese continuasse a prendere parte attiva e a partecipare come in campagna elettorale, Trevignano se ne gioverebbe in maniera rilevante».

«Il fatto che Luca Galloni, tuttora iscritto al PD, sia oggi vicesindaco con “Chi ama Trevignano” non potrà certo influenzare l’attività dell’opposizione. Che sarà molto consapevole e serrata – continua Marconi – grazie al ‘bagaglio’ dei quattro consiglieri: Barbara Dominici è segretario comunale, mentre gli altri tre vengono tutti da un impegno politico o amministrativo pluriennale».

La neo eletta sindaco di Trevignano, Claudia Maciucchi, in un’intervista pubblicata nello scorso numero de L’Agone, ha dichiarato che “l’impegno immediato, principale” per i nuovi amministratori è “far ritrovare un forte senso di unità tra i cittadini”.

«A noi sta a cuore un’opposizione costruttiva – commenta Marconi – e siamo pronti a collaborare su temi specifici, importanti per tutti i cittadini. Si pensi alle tasse comunali, in particolare alla tassa sui rifiuti che è aumentata del 40%, o al trasporto pubblico locale».

«E’ necessario, per esempio, rivedere orari e frequenza delle corse per Bracciano, pensando alle esigenze di studenti e anziani. Meglio ancora – precisa il consigliere di opposizione – sarebbe riprendere il discorso di un trasporto gestito assieme agli altri comuni del lago. Importante anche il Consiglio comunale dei giovani».

«Sono tutti temi che durante la campagna elettorale l’attuale amministrazione aveva promesso di risolvere – conclude Marconi – e noi siamo pronti: ed è pronta anche la cartina di tornasole per verificare quanto alle parole corrisponderanno i fatti. Avevano promesso di rinunciare agli emolumenti per l’intera legislatura, poi il termine si è ridotto a un anno, ora sento parlare di sei mesi …”.
Come dire, il buon giorno si vede dal mattino.

A. L.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui