Anguillara, primo consiglio comunale: scintille tra sindaco e opposizione

Se per la 56^ Sagra del Pesce possiamo dire “discreta la prima”, sicuramente non è doveroso farlo per quanto riguarda la prima convocazione del Consiglio Comunale tenutasi ieri 5 Luglio.

L’incontro nei giardini del Torrione ha sancito l’inizio dei lavori della nuova giunta comunale, un’ottima partecipazione ha dato il via alle danze.

Quattro i punti all’ordine del giorno, ma non tutti giunti a lieto fine. Dopo la convalida degli eletti alle scorse Amministrative e la presentazione del nuovo Consigliere Comunale con delega alle Politiche Giovanili, Antonio Fioroni, che ha sostituito il neo Assessore alle Aree Periferiche e ai Comitati di Quartiere e Vicesindaco Chiriatti, il giuramento del Sindaco Sabrina Anselmo scalda la nuova, o forse non troppo, opposizione.

All’attacco Antonio Pizzigallo, che dopo aver sottolineato alcuni errori di battitura prepara la carica, manifestando l’impreparazione burocratica e amministrativa della nuova giunta, soffermandosi sulla mala interpretazione del regolamento e dello statuto, sicuramente da modificare in sede adatta, nei punti portati all’attenzione del consiglio e dei presenti, come la mancata composizione della commissione elettorale, necessaria per l’avvio ufficiale dei lavori, e il non rispetto dei termini minimi e necessari della pubblicazione delle linee programmatiche.

Il Sindaco Sabrina Anselmo, dopo aver risposto con doveroso tono ad alcune battute e licenze poetiche del consigliere d’opposizione, rimanda il trattamento delle linee programmatiche nel prossimo Consiglio Comunale dell’11 Luglio, così come l’elezione del Vice Presidente Vicario per il mancato raggiungimento del quorum.

Silvia Silvestri è eletta Presidente del Consiglio Comunale e dopo aver ringraziato per la significativa nomina, proclama l’assegnazione delle deleghe agli Assessori e ai Consiglieri insieme al Sindaco.

Un Partito Democratico che, dopo aver augurato un buon lavoro alla nuova Amministrazione comunale, propone col consigliere Flenghi una mozione per la rinuncia delle indennità ai nuovi organi amministrativi, per sostenere nel miglior modo possibile le criticità della viabilità e il rifacimento del manto stradale di Anguillara, e tramite le parole del Consigliere Bianchini viene espressa la preoccupazione della mancata assegnazione delle deleghe all’Urbanistica e all’Edilizia.

L’Anselmo, dopo aver portato a verbale la mozione del Consigliere Flenghi e predisposta la trattazione in sede di prossimo Consiglio, rassicura Bianchini sulle deleghe mancanti, affermando personalmente il suo impegno in materia, fino a quando non ne sarà incaricata una figura specifica.

Benedetta Onori 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui