Condannato a 18 anni l’ex fidanzato di Federica Mangiapelo

99

Il Gup di Civitavecchia ha condannato ieri Marco di Muro, l’ex fidanzato di Federica Mangiapelo, a 18 anni di reclusione per omicidio volontario aggravato.

Federica venne trovata morta alle prime ore del mattino del 1 novembre del 2012 a Vigna di Valle, sulle rive del lago di Bracciano.

L’udienza si è svolta con rito abbreviato e dopo 3 ore di camera di consiglio è stata emessa la sentenza che ha sancito come l’omicidio debba essere considerato aggravato «dall’orario notturno, dal posto isolato e dall’età della vittima, minorenne».

“La famiglia non è soddisfatta perché quando muore una figlia di 16 anni non si può mai essere soddisfatti. La condanna è un riconoscimento alle sofferenze di Rosella e Luigi, i genitori di Federica, e agli sforzi miei, di Francesco Pizzorno e del pm Eugenio Rubolino per raggiungere la verità”, ha dichiarato l’avvocato Andrea Rossi legale della famiglia di Federica Mangiapelo.

“Di Muro non ha mai alzato lo sguardo verso di noi, non ci ha rivolto la parola. Da lui non è mai giunta una parola di scuse, una richiesta di perdono. Ora ci sarà la richiesta di appello, sicuramente non è finita qui. Ma almeno possiamo dire che è arrivata la prima pronuncia giudiziaria. È un primo passo verso la giustizia”, ha commentato Rosella, mamma di Federica.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui