Lettera aperta all’Assessore Mauro Negretti dal Comitato Villaggio Montebello

176

Lettera ricevuta con richiesta di pubblicazione.

“Signor Mauro Negretti, assessore all’urbanistica di Bracciano,
rileviamo con amarezza che ella sta dissipando il patrimonio di fiducia, che il Comitato ripose in lei. Ci meraviglia infatti il “trionfalismo” del suo comunicato a L’Agone-on-line, ove dimentica la nostra presa di distanze, a causa del suo comportamento politicamente ambiguo, sia nell’incontro trilateral Comune-Lottizzatore-Comitato del 25 giugno sia nel convegno del 27 col Maestro Portoghesi. Ciò ci ha indotti a chiedere che il Consiglio comunale approvi ex lege la decadenza della Convenzione entro 30 giorni, per evitare l’inottemperanza. Ma lei non ne fa menzione.
Ci consenta. E’ davvero bizzarra la sua auto-referenziale terzietà: non si può essere terzi fra un solo Lottizzatore da vent’anni inadempiente e centinaia di Abitanti i cui diritti son calpestati. Chi si dichiara terzo di fatto pencola verso il Lottizzatore inadempiente e ne difende le pretese.
Il Lottizzatore deve preventivamente terminare, collaudare e trasferire al Comune le opere d’urbanizzazione, senza se, senza ma e senza il cadeau d’ulteriori cubature extra-Convenzione. Ci sembra strano che lei insista per il più equivoco prioritariamente, disattendendo i suoi impegni con noi, Secondo l’ex sindaco f. f. Patrizia Riccioni (ed altri) il Lottizzatore avrebbe chiesto al compianto sindaco Bruno Negri, ricevendone il secco no, un’ulteriore cubatura di 30-35 mila mc, che avrebbero stravolto e deturpato definitivamente il Villaggio, trasformandolo in un dormitorio alla San Basilio. E col surplus per trent’anni degli immani disagi d’un cantiere aperto.
Ella, signor Assessore, resta nel vago, se non dichiara limpidamente che nessuna nuova cubatura è ipotizzabile, tranne i lotti non-edificati, ma detratte le sanatorie per volumi abusivi.
Altrettanto vaga è la promessa del Lottizzatore di rimettere il contenzioso contro Comune e Abitanti, limitata com’è dall’inciso “ove possibile”. La nostra interpretazione è “eccettuate le azioni ove la Procura procede d’ufficio”. Ma la sua qual è? Sarebbe così gentile da spiegarcela?
Vuol dirci, signor Assessore, perché il 25 la bozza di delibera di Giunta l’avevano il Lottizzatore e l’arch. Giuseppe Curatolo, persona rispettabilissima, ma che parrebbe legata agli interessi del Lottizzatore, mentre non l’avevamo né noi, né lei, che infatti non ha potuto consegnarcela?
Vorremmo inoltre sapere perché al convegno del 27, dopo la relazione del Maestro Portoghesi, che stangava il Comune e il Lottizzatore, ella è desaparecido.
Altra domanda per lei e per il Sindaco. Il 27 il Lottizzatore s’è lamentato, perché non riceve il permesso di costruire il secondo anello di studios. Perché Giuliano Sala non gli ha risposto per le rime, ricordandogli che quella cubatura se la son mangiata i garages sotto il primo anello?
Ci sembra infine un po’ maldestro, signor Assessore, che lei si scordi spesso d’aver firmato l’odg 8-9-2014, ove il Consiglio comunale esprimeva unanime solidarietà al nostro Comitato, in quanto unico interprete degli interessi del Villaggio. E ciò in sintonia con Regione, Parlamento, Governo e stampa nazional-locale, nonché con la Magistratura, in sede Tar e Consiglio di Stato.
Grazie per l’attenzione e mi scusi per il “disturbo al manovratore”.

Amedeo Lanucara

Presidente del Comitato Villaggio Montebello

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui