19 Luglio, 2024
spot_imgspot_img

Asl Rm-F, comune di Cerveteri, comune di Ladispoli: aperti stamattina i cantieri per la Casa della Salute

E’ stato ufficialmente aperto stamane il cantiere per la realizzazione della Casa della Salute del Distretto F2.
La struttura verrà attivata presso il Poliambulatorio della via Aurelia e permetterà da un lato di avere sei posti per la degenza breve e dall’altra l’integrazione con i servizi sociali.
L’opera è stata interamente progettata dall’Area Tecnica della ASL Roma F, in piena rispondenza alle specifiche regionali, ed i tempi di ultimazione sono stati fissati in 111 giorni.
“La Casa della salute – ha detto il sindaco Crescenzo Paliotta – nasce dalla stretta collaborazione tra la Regione, che investirà circa 500mila euro per la ristrutturazione dei locali e l’acquisto degli arredi, la Asl, il Posto di primo intervento e i medici di base. Ci saranno a disposizione degli utenti 6 posti letto per un ricovero breve che può variare dalle 24 alle 48 ore. Un lasso di tempo utile per stabilire se è  necessario o meno il ricovero il ospedale. I pazienti saranno seguiti da una équipe di cui faranno parte tutte le figure professionali, sanitarie e sociali. Insomma, la Casa della salute, sarà una alternativa alle file in Pronto soccorso”.
“Un’opera di fondamentale importanza – ha detto il Sindaco di Cerveteri Alessio Pascucci – il nostro territorio ospita 80mila residenti nei mesi invernali e il doppio nella stagione estiva, eppure rispetto ad altri distretti sanitari possiamo contare su meno strutture e meno risorse. Il lavoro compiuto congiuntamente dalle Amministrazioni comunali di Cerveteri e Ladispoli insieme alla Direzione dell’Asl RM-F è indispensabile per cambiare questa situazione. L’arrivo del contributo della Regione Lazio è un primo importante segnale. Continueremo a lavorare a più mani per implementare i servizi sanitari offerti nel nostro territorio”.
“E’ questo – ha commentato il Direttore Generale della ASL ROMA F – un primo segno concreto dei cambiamenti in corso nella sanità pubblica del nostro territorio. Un disegno strategico che vedrà molti altri appuntamenti nei prossimi mesi e che ci vede con soddisfazione protagonisti di questo cambiamento che continueremo a perseguire con tenacia attraverso la positiva sinergia con le amministrazioni locali.”

Ultimi articoli