19 Luglio, 2024
spot_imgspot_img

Il XV municipio e l’addio all’ecomostro di Colli d’Oro

“Addio all’ecomostro di cemento nel Parco di Colli d’Oro di Labaro e benvenuta riqualificazione. Con il sopralluogo di oggi al cantiere con il Sindaco Roberto Gualtieri, l’Assessore capitolino Alessandro Onorato e la Giunta del Municipio XV, giungiamo al primo tanto atteso traguardo: la demolizione definitiva della struttura in cemento, i cui lavori furono avviati nel 2012 e subito dopo interrotti, lasciando un vero e proprio scempio al quartiere di Labaro.

Una ferita per una delle nostre periferie su cui riprendemmo a lavorare immediatamente nel corso della nostra prima consiliatura, purtroppo breve e incompiuta, riuscendo solamente a revocare la concessione e a restituire il parco alla cittadinanza, assegnandolo al Dipartimento Ambiente. Nei cinque anni successivi poi, con l’area del palazzetto rimasta a disposizione del Dipartimento allo Sport, il parco è rimasto fruibile, ma nessun passo è stato fatto per il mostro di cemento, nonostante le tante promesse e il tanto clamore fatto in campagna elettorale.

Soluzione invece trovata dall’attuale amministrazione comunale che nel 2022 ha inserito Colli d’Oro nell’ambito del progetto “Sport e Inclusione” del Pnrr per la riqualificazione urbana, dichiarato poi ammissibile. Un percorso partecipato con la cittadinanza sin dall’inizio, per la condivisione del progetto, all’epoca ancora da definire, e l’elaborazione di proposte da parte del Municipio e della Comunità.

L’abbattimento del mostro di cemento a prescindere dall’esito del Pnrr; la realizzazione di una nuova struttura ridimensionata rispetto al precedente progetto e a misura delle serie minori per le competizioni sportive; l’utilizzo di materiali ecosostenibili; la realizzazione di un impianto pubblico; il divieto di sottrarre anche un solo centimetro quadrato di Parco per il cantiere dell’impianto sportivo; la realizzazione di nuovi parcheggi nell’area di Via Lusevera; la realizzazione di due percorsi pedonali di collegamento con la scuola di Largo Castelseprio e con Via Dalmine, così da ricucire i quartieri; la piantumazione di nuove alberature. Tutte richieste diventate per noi principi inderogabili; tutte accolte dal Dipartimento e dall’Assessorato allo Sport, che ringrazio.

Non nego la soddisfazione di vedere finalmente demolito il mostro di cemento. Un’altra grande ferita del nostro territorio che andava sanata; una ferita di cui pur non essendo responsabili ce ne siamo invece assunti la piena responsabilità, lavorandoci. Continueremo a seguire come municipio l’iter passo dopo passo, senza trascurare nulla e condividendo con la comunità di Labaro tutte le fasi”.

Così in una nota il Presidente del Municipio XV, Daniele Torquati.

Ultimi articoli