5 Dicembre, 2022
spot_imgspot_img

La mobilità, questa illustre sconosciuta

Interventi “a macchia di leopardo” nel XV municipio

 Con la frettolosa chiusura del cantiere estivo, in lavorazione sul primo tratto della Cassia bis per l’installazione dei guard-rail, da ottobre la viabilità di Roma nord sembra essere tornata alla normalità, niente più code chilometriche e traffico in tilt, ma restano critiche le ore di punta per chi ogni giorno deve recarsi al lavoro, percorrendo anche un breve tratto della via Cassia.

In particolare si registrano ingorghi dal bivio della Braccianese fino alla rotatoria della Giustiniana, per poi ritrovarsi di nuovo imbottigliati all’altezza dell’uscita del raccordo anulare e così fino a Corso Francia tra un semaforo e l’altro.

Insomma una via crucis per gli automobilisti che non possono scegliere l’alternativa dei mezzi pubblici perché residenti in zone extraurbane poco servite o mal collegate. Tra l’altro gli stessi pendolari lamentano i disservizi del trasporto pubblico tra scioperi e guasti sulla linea ferroviaria.

In molti piuttosto preferirebbero tornare allo smart working. Altri sollecitano l’avvio dei lavori per la realizzazione del prolungamento della Braccianese bis fino alla via Trionfale, progetto pensato per far defluire parte del traffico verso Roma, ma si tratta di una soluzione non immediata, per la quale sarà necessario prima effettuare alcuni espropri su aree private.

Intanto il Municipio XV procede con il piano di spazzamento e di sfalciamento lungo alcune delle strade interessate, che come da programma in calendario sono momentaneamente interdette alla sosta delle auto. A esso si sono aggiunti interventi straordinari di abbattimento di alberi pericolanti e pulizia del manto stradale nel tratto finale di via di Grottarossa, chiuso al traffico per alcuni giorni con il dovuto preavviso. Resta invece limitata la viabilità nella galleria Montelungo al chilometro 5 della Cassia bis, fino al 31 ottobre in orario diurno, con la chiusura delle corsie di sorpasso in entrambe le direzioni, per l’esecuzione dei lavori di manutenzione degli impianti di illuminazione e tecnologici, come notificato da Anas nell’ordinanza 395/2022. L’arrivo delle piogge porterà senz’altro nuovi disagi alla viabilità e alla sicurezza delle strade, sarà quindi necessario prevenire eventuali allagamenti con la pulizia delle caditoie e il rifacimento del manto stradale ove sono presenti buche che rappresentano un grave pericolo, soprattutto per chi viaggia su due ruote, per cui il Municipio XV si è già attivato programmando interventi mirati a “macchia di leopardo data l’estensione del territorio.

Francesca Quarantini

 

Ultimi articoli