Covid, Asl Rm4, aumentano i casi. Ursino: “Non va abbassata la guardia”

L’estate 2022 non frena la salita dei casi di positività sul territorio della Asl Roma 4. Rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, quando la curva del contagio era ai minimi termini, nella seconda metà di giugno 2022 la conta è tornata a salire facendo registrare un picco proprio nell’ultima settimana del mese, in concomitanza con l’arrivo della nuova variante Omicron.

«Attualmente – ha spiegato la dottoressa Simona Ursino, direttore del dipartimento di prevenzione della Asl Roma 4 – l’andamento dell’epidemia è molto diverso da quello della scorsa stagione. Il virus in questo momento non deve essere sottovalutato e non bisogna abbassare la guardia, ma proteggere soprattutto le persone più fragili». Nei giorni la Regione Lazio ha dato il via alla distribuzione delle quarte dosi per over 60 e over 12 con patologie importanti, e il servizio vaccinazioni della Asl Roma 4 si sta riorganizzando per riprendere la campagna di prevenzioni anti-covid.

«Abbiamo iniziato a somministrare le quarte dosi – ha dichiarato la dottoressa Maria Teresa Sinopoli, dirigente della Uoc vaccinazioni –  e tutti e cinque i centri vaccinali dell’azienda saranno attivi e con una linea dedicata. In questo momento, con la curva dei positivi ancora in forte crescita, è importante proteggere tutti quei pazienti fragili da una possibile infezione per evitare ricoveri».

La risalita dei casi ha fatto sì che, dopo il periodo di stallo di maggio e giugno, le prenotazioni per le vaccinazioni siano aumentate. Anzi, come ha spiegato la dottoressa Sinopoli, «sono raddoppiate nel giro di appena dieci giorni. Siamo infatti passati da una media di 100 somministrazioni al giorno a oltre 200 inoculazioni. Il vaccino è sicuro e serve a proteggerci dalle manifestazioni più gravi della malattia

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui