26 Novembre, 2022
spot_imgspot_img

Per gli agricoltori danneggiati da lupi e cinghiali arrivano 150mila euro

Cinghiali e lupi: per le aziende agricole della provincia di Viterbo che nel 2019 hanno subito danni alle coltivazioni e agli allevamenti dalla fauna selvatica arrivano in questi giorni gli indennizzi della Regione Lazio. La cifra stanziata ammonta a circa 150 mila euro. I fondi non basteranno a soddisfare tutte le domande pervenute, ma un numero limitato di richieste: 98 in tutto. E in maniera parziale: per ciascuna azienda l’indennizzo concesso corrisponde a un terzo dell’indennizzo calcolato.

I nominativi dei beneficiari sono stati pubblicati con una determina del 17 dicembre della direzione Agricoltura, Promozione della filiera e della Cultura del cibo, Caccia e Pesca, Foreste. Mentre con un atto successivo saranno resi noti ”gli elenchi definitivi relativi alle ditte ammissibili ma non finanziabili per carenza di fondi e alle ditte non ammissibili ad indennizzo”. L’anno di riferimento, come detto, è il 2019.

Gli indennizzi previsti per i coltivatori e gli allevatori dell’intero territorio laziale ammontano a 280.000 mila euro, ripartiti proporzionalmente tra gli Ambiti territoriali di caccia (Atc). Alle aziende agricole della provincia di Viterbo sono stati assegnati circa centocinquantamila euro, più precisamente 146.239,05. Fondi ripartiti a loro volta in questo modo: 50.779,45 euro alle aziende che si trovano nei territori gestiti dall’Atc Viterbo 1 e 95.459,60 euro ad aziende che rientrano nel territorio dell’Atc Viterbo 2.

”Considerato che la dotazione finanziaria per gli indennizzi dei danni relativi alla annualità 2019 non è sufficiente per indennizzare i beneficiari ammissibili”, la determina stabilisce ”di ammettere all’indennizzo, nella percentuale del 33,9121% dell’importo ammissibile, per i danni arrecati dalla fauna selvatica alle colture agricole e allevamenti zootecnici, per l’annualità 2019, i nominativi degli Iap (Imprenditori agricoli professionali) e Cd (Coltivatori diretti) compresi dal numero 1 al numero 98 dell’allegato”, quello che compone per l’appunto l’ ”Elenco beneficiari ammessi ad indennizzo danni da fauna selvatica”.

Gli importi concessi variano da un minimo di 60 euro circa a somme che superano di poco gli ottomila euro.

Ultimi articoli